giovedì, Dicembre 1, 2022
HomeComunicati StampaPresidente ElettaIran: Messaggio di Buon Anno di Maryam Rajavi agli Iraniani

Iran: Messaggio di Buon Anno di Maryam Rajavi agli Iraniani

ImageCNRI, 21 marzo – Maryam Rajavi, Presidente eletto della Resistenza iraniana, ha salutato gli iraniani in occasione del Nuovo Anno persiano (21 Marzo), augurandosi che l'Iran possa presto ottenere la libertà.

Ha descritto quest'ultimo anno come quello in cui la resistenza è riuscita ad ottenere maggiori successi nei confronti del regime iraniano, in particolare per quanto riguarda gli scontri messi in atto dalla popolazione iraniana ai danni del regime clericale, che hanno raggiunto il culmine.
Ha definito Camp Ashraf come il focolaio della resistenza più accanita che ha fatto aumentare la resistenza anche negli altri paesi.

Maryam Rajavi ha detto che la vittoria della Resistenza iraniana nella sua battaglia legale per eliminare "la lista del terrore in cui è stato iscritto il PMOI in Gran Bretagna e nellUnione Europea", ha vanificato i loro sforzi.

Ha lodato le numerose proteste, più di 7 mila, messe in atto lo scorso anno dagli iraniani, soprattutto da parte di studenti in molte città del paese.
Ha detto che lo scorso anno è stato l'anno della "disintegrazione del potere clericale", l'anno dello sgretolamento "della politica economica che segue al forte declino dei prezzi del petrolio", con un deficit di circa 44 miliardi di dollari. Ha ripetuto che il regime è rimasto al potere solo attraverso le esecuzioni e la totale repressione.

Il numero di esecuzioni compiute nello scorso anno si aggira intorno alle 400. Ha aggiunto che l'esportazione del fondamentalismo e del terrorismo durante lo scorso anno ha portato ad un nuovo stadio, in cui i paesi arabi hanno formato un fronte comune per accordarsi tra di loro.Il Marocco ad esempio ha interrotto le sue relazioni diplomatiche con il regime.

Maryam Rajavi ha parlato dell'odio crescente verso il regime dei mullah in Iraq e ha sottolineato che la distinzione tra il clero e i politici patriottici in Iraq sta a significare che ogni forza che cerchi di eliminare l'Organizzazione del Popolo dei Mojahedin del Popolo (PMOI) dall'Iraq , afferma il suo legame con il regime iraniano.

Maryam Rajavi ha sottolineato che le lotte crescenti che si stanno susseguendo ad Ashraf vanno di pari passo con il fatto che la popolazione iraniana e la loro Resistenza contro il regime clericale, sono una battaglia per la libertà e la democrazia in Iran.

Per questo motivo, i membri e si sostenitori del PMOI hanno giurato che rimarranno fino alla fine. Nei confronti degli iraniani all'estero e dei sostenitori della Resistenza nel paese, ha chiesto il lancio di una campagna di solidarietà internazionale a sostegno dei residenti di Ashraf, affinchè trasformino la loro eroica perseveranza in una primavera di libertà e democrazia per l'Iran e affinchè vengano annullati i piani del Capo Supremo del regime.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza iraniana
21 Marzo 2009
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,407FollowersFollow