sabato, Dicembre 3, 2022
HomeComunicati StampaGeneraleIran: La rivolta dei lavoratori è insorta per abbattere i mullah

Iran: La rivolta dei lavoratori è insorta per abbattere i mullah

Maryam Rajavi: la rivolta dei lavoratori per la giustizia il Primo Maggio mostra che la nazione è insorta per abbattere i mullah

ImageCNRI – La signora Maryam Rajavi, Presidente eletta della Resistenza Iraniana, ha lodato la rivolta, e la solidarietà tra i lavoratori iraniani, insegnanti, studenti e giovani contro la dittatura clericale durante la Giornata Internazionale dei Lavoratori. Ha dichiarato: “Le proteste contro il regime con gli slogan "Abbasso Khamenei" e "Abbasso il dittatore" hanno neutralizzato le manovre repressive del regime per impedire i raduni. Queste proteste predicono il grido di un popolo per la libertà e la perseveranza dei lavoratori per conquistare i loro diritti.

Nel corso di una serie di misure intense per prevenire o contrastare l'insurrezione del Primo Maggio, la terrificante dittatura clericale ha allestito un’esibizione opprimente di forza. Per applicare il massimo controllo e soffocare ogni dissenso, il regime non ha tenuto le sue consuete manifestazioni annuali organizzate. A sola Teheran, almeno 15.000 agenti delle forze di sicurezza dello Stato, le unità anti-sommossa, Bassij in borghese e agenti di sicurezza del Ministero dell’Intelligence e di Sicurezza sono stati dispiegati a Teheran.

Le proteste anti-regime e gli slogan a Teheran e in altre città hanno dimostrato ancora una volta, che né la brutale repressione, né di conciliazione verso la fazione dominante riuscirebbe ad invertire la situazione e ristabilire la credibilità del regime di Guida Suprema.

Scandendo"Khamenei, il tiranno; ogni giorno è il Primo Maggio," i lavoratori insorti hanno dimostrato che il popolo iraniano, in particolare i diseredati e degli oppressi, è determinato come non mai a rovesciare il regime clericale ed a non fermarsi fino a quando la libertà e la sovranità popolare non sarà stabilita. La nazione iraniana si è levata in un ampio fronte di solidarietà nazionale per far cadere la dittatura religiosa.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
2 maggio 2010
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,410FollowersFollow