lunedì, Gennaio 30, 2023
HomeComunicati StampaGeneraleIran: La resistenza iraniana chiede la sospensione immediata delle esecuzioni nel Khouzistan

Iran: La resistenza iraniana chiede la sospensione immediata delle esecuzioni nel Khouzistan

ImageCNRI, – secondo i mass media ufficiali undici uomini – Abdullah Suleymani, Abdulreza Sanawati Zergani, Qasem Salamat, Mohammad Jaab per, Abdulamir Farjallah Jaab, Alireza Asakreh, Majed Alboghubaish, Khalaf Derhab Khudayrawi, Malek Banitamim, Sa’idem Saki ed Abdullah Al-Mansouri – sono sul punto di essere giustiziati nella provincia del Khouzistan, nel sud-ovest dell’Iran.

 La televisione di Stato di Khouzistan ha diffuso confessioni forzate e non giuste che sono attribuite a loro ciò che è una tattica abituale del ministero delle informazioni (VEVAK) per preparare l’esecuzione. Il 4 luglio 2006, il procuratore generale della città d’Ahwaz, nel sud-ovest, Iraj Amirkhani, ha dichiarato, "la pena massima (la morte) è stata richiesta per 22 persone implicate negli attentati d’Ahwaz.”. Questa ultimi due anni, Ahwaz la capitale provinciale e d’altre grandi città al Khouzistan è stata il teatro di sollevamenti e di proteste anti-governativi da parte della popolazione diseredati di questa regione. Un gran numero di giovani sono stati arrestati durante le proteste. I boie del regime avevano torturato ed assassinato numerosi prigionieri e n’avevano gettato i corpi dinanzi ai loro domicili.
 La resistenza iraniana chiede al segretario generale dell’ONU, al Consiglio di sicurezza, al relatore speciale dei diritti dell’uomo ed al Consiglio dei diritti dell’uomo, come pure le altre organizzazioni internazionali dei diritti dell’uomo di adottare misure urgenti per impedire le esecuzioni.

 Segretariato del Consiglio nazionale della resistenza iraniana.

 Il 17 novembre 2006

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,910FollowersFollow