mercoledì, Febbraio 1, 2023
HomeComunicati StampaGeneraleIran : la dichiarazione di un'autorità irachena è una preparazione della crinime...

Iran : la dichiarazione di un’autorità irachena è una preparazione della crinime di guerra

Le dichiarazioni del consigliere di Sicurezza irachena sulla chiusura di Ashraf e il trasferimento dei suoi residenti; una preparazione della crinime di guerra, crimine contro l’umanità e violazione palese della legge e delle convezioni internazionale

ImageLa Resistenza Iraniana valuta le dichiarazioni illegali di Mowaffak al-Rubei, consigliere di Sicurezza irachena in cui affermava: “il divieto di ogni attività politica, culturale, religiosa e sociale” dei Mojahedin del popolo e “ la chiusura di Ashraf e il trasferimento dei loro residenti e l’epulsioni in altri paesi” una riflessione alle isteriche pressioni del regime iraniano al governo iracheno dopo la firma dell’accordo di quel governo con gli Stati Uniti sulla sicurezza. Evidentemente, l’ultima sentenza, la quarta, della Corte di primo grado d’Europa che ha annullato l’inserimento dei Mojahedin del popolo nella lista dei gruppi terroristici, e la condanna, 55°, del regime iraniano per violazione dei diritti umani, da parte dell’Assemblea generale dell’ONU ha intensificato la foga dei mullà per distruggere Ashraf.

Eminenti giuristi e autorevoli parlamentari di tutta l’Europa hanno ripudiato queste dichiarazioni in palese contrasto con i più elemtari diritti umani. della IV Convenzione di Ginevra, della legge umanitaria internazionale, convezioni sui rifugiati, convezioni contro la tortura e con tutte le convenzioni internazionali. Queste dichiarazioni e le sue conseguenze tragiche sono crimini di guerra e crimini contro l’umanità.

Vari organismi internazionali, tra cui l’Alto Commisariato per i rifugiato, l’alto Commissario dei diritti umani, la Croce Rossa internazionale, il Parlamento europeo, l’Assemblea parlamentare del Cosiglio d’Europa, l’Amnesty internatinal, la Federazione internazionale dei diritti umani, cosi come molte autorità religiose, come il preside dell’università di Al-Azhar, le più alte autorità religiose sunnite  e molti leader di cattolici in Canada e negli Stati Uniti hanno più volte affermati il diritti inaneabile dei residenti di Ashraf.

La presenza dei Mojahedin del popolo iraniano in Iraq ha anche il vasto sostegno della popolazione irachena che non sopporta più le massicce ingerenza dei mullà in Iraq. A giugno del 2008 3 milioni di sciiti iracheni hanno firmato un documento in favore dei Mojahedin del popolo e nel giugno 2006 5,2 di iracheni, giugno 2007 ,540 mila di cittadini della regione Diyala, regione dove si trova Ashraf, nel febbraio 3 mila dei sciecchi iracheni, gennaio 2006 12 mila dei giuristi iracheni hanno firmato documenti a sostegno dei Mojahedin del popolo in Iraq. Decine di altre comunicati sono stati emessi dalla società civile irachena in favore ai Mojahedin del popolo in Iraq.

Il consigliere di Sicurezza irachena minnaccia i Mojahein del popolo per le loro attività culturali e religiosi, mentre non pronuca una sola parola contro l’esplosione della stazione di pompaggio d’acqua di Ashraf, o contro il bombardamento dei Mojahedin o contro il loro rapimento e contro l’ucisione dei lavoratori che prestano la loro prestazione a Ashraf.

La Resistenza Iraniana richiama l’attenzioni sull’intensificazione di tali crimini terroristici e su una catasrofe umanitaria.

La Resistenza Iraniana chiede al Consiglio di Sicurezza e alle Forze multinazionali e anche al Primo ministro al-Maleki di condannare queste inopportune dichiarazioni e affermare i diritti dei residenti di Ashraf nel quadro delle convezioni internazionali. Ogni tentativo di accontentare il regime iraniano con tali dichiarzioni è inutile e soltanto aumenta la voracità del regime nei confronti dell’Iraq. L’esportazione del terrorismo in Iraq, occupare quel paese per il regime dittatore religioso iraniano è un bisogno strategico e finche è al potere non lo abbandonerà.

 

Parigi, 22 dic. 08

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (CNRI)

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,910FollowersFollow