lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeComunicati StampaGeneraleIran: inutili tentativi dei Mullah per evitare degezione all'interno dei Passdaran

Iran: inutili tentativi dei Mullah per evitare degezione all’interno dei Passdaran

Inutili e disperati tentativi da parte del regime dei mullah di affrontare le paralizzanti sanzioni e il sostegno internazionale alla Resistenza Iraniana per evitare defezioni all'interno Guardie Rivoluzionarie ( Passdaran)  e nei ranghi del regime

ImageLa dittatura religiosa al potere in Iran, di fronte alle paralizzanti sanzioni, da un lato e al crescente sostegno internazionale alla Resistenza Iraniana, dall'altro, ha definito l'arresto della leadership della Resistenza come "il compito principale dei paesi della regione e di tutto il mondo". (quotidiano statale Resalat, 10 Luglio 2010)

Successivamente, la Fars , l’agenzia di stampa dei passdaran ( Corpo Guardie Rivoluzionarie ), citando un funzionario ignoto presentato come il vice vicario del ministro degli Interni iracheno che avrebbe detto di aver ricevuto ieri una lettera dal Tribunale Penale Supremo Iracheno che ordinava l'arresto di 38 membri di alto livello dell’ Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (PMOI / MEK). Il rapporto è stato trasmesso e pubblicato di nuovo da parte dei media affiliati con il regime iraniano in Iraq.
 
Si tratta di una manovra politica disperata da parte del regime iraniano, della Forza terroristica Qods e dei suoi agenti nelle istituzioni irachene che manca della minima credibilità legale, in particolare durante il periodo di interruzione in Iraq. Alti funzionari giudiziari e del governo in Iraq hanno ripetutamente affermato che non erano a conoscenza di questo problema, quando è stato affrontato da giuristi internazionali.
 
Tutto indica l’estrema paura del regime e dei suoi agenti in Iraq di un escalation di sanzioni internazionali contro il regime e la politica fallimentare di divorare l'Iraq attraverso un governo fantoccio in quel paese.
 
In un momento in cui il governo Al-Maliki è ufficialmente giunto alla fine e un nuovo governo non è stato ancora costituito, il regime iraniano si sta divertendo con varie istituzioni irachene e il ricorso alla propaganda e alla guerra psicologica contro la Resistenza al fine di far alzare il morale dei Guardiani della Rivoluzione e dei ranghi del regime che lo stanno abbandonando.

 Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

11 luglio 2010

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,448FollowersFollow