venerdì, Gennaio 27, 2023
HomeComunicati StampaGeneraleIran: I negoziati concedono ai mullà il tempo necessario per ottenere la...

Iran: I negoziati concedono ai mullà il tempo necessario per ottenere la bomba atomica

ImageCNRI, 03 Giu – In seguito alla dichiarazione di disponibilità da parte degli Stati Uniti di essere pronti a raggiungere la troika europea – la Gran Bretagna, la Francia e la Germania – per negoziare con il regime di Teheran onde convincerlo a sospendere il suo arricchimento d’uranio, il ministro degli esteri dei mullà Manouchehr Mottaki ha dichiarato con arroganza: "La migliore misura incitatrice per l’Iran è il riconoscimento del suo diritto di acquisire dell’energia nucleare."

Le dichiarazioni d’Ali Larijani, segretario generale del Consiglio supremo di sicurezza nazionale del regime ed il suo negoziatore principale, sono state riprese dall’agenzia di stampa ufficiale IRNA: "Siamo pronti a negoziare ma non per porre fine al nostro programma nucleare.” Immediatamente dopo, i capi della diplomazia dei cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza dell’ONU e della Germania si sono riuniti a Vienna. Si sono messi d’accordo per offrire ai mullà di nuove misure incitatrici. Il regime ha messo le mani avanti annunciando che aveva bisogno di procedere ad arricchimento d’uranio al 19,9 %, aggiungendo che nessuno può limitare il suo grado d’arricchimento. Mohammad Saidi, numero due dell’organizzazione dell’energia atomica del regime, ha dichiarato a questo proposito: "Le precondizioni poste dal governo americano sono inaccettabili (…)  è sbagliato  imporre un massimo di 3.5%, 5% o anche 10% per il livello d’arricchimento d’uranio dell’Iran.”.

 Il combustibile per i reattori ad acqua leggera ha necessità d’uranio arricchito a 19,9%. Anche, queste osservazioni poiché che l’Iran dovrebbe accettare un massimo del 10% per il suo arricchimento, non possono essere corretti."" Il sig. Mohammad Mohadessin, presidente della commissione affari esteri del Consiglio nazionale della resistenza iraniana, ha ricordato che i mullà vedevano nell’acquisizione delle armi nucleari una garanzia strategica per la loro sopravvivenza. Le dichiarazioni fatte dalle autorità della dittatura in questo settore, negli ultimi due giorni segnalano che nessuna misura incitatrice incoraggerà i mullah ad abbandonare la loro ricerca dell’arma atomica. "purtroppo, la prosecuzione della politica d’accondiscendenza con il regime dei mullà è stata un fallimento", ha dichiarato il sig. Mohadessin. "Solo una politica di fermezza può impedire a questo regime di acquisire la bomba atomica.”. Tale politica deve includere sanzioni globali da parte del consiglio di sicurezza dell’ONU. L’esperienza di questi ultimi quattro anni, ha provato che proseguire gli sforzi di negoziato ed offrire misure incitatrici, concede ai mullà la sola cosa di cui hanno bisogno per fabbricare la bomba atomica: il tempo. Avvicinerà la regione ed il mondo alla prospettiva di una guerra catastrofica.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana.
 Il 3 giugno 2006

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,872FollowersFollow