domenica, Novembre 27, 2022
HomeComunicati StampaGeneraleIran : Confessioni del ministro della difesa sui tentativi per la costruzione...

Iran : Confessioni del ministro della difesa sui tentativi per la costruzione delle armi nucleari

Sabato 17 settembre 2005
ImageIl CNRI, 17 sett – Durante il diciassettesimo convegno dei comandanti e responsabili della Sepah Passdaran ( Guardiani della Rivoluzione ), in una riunione interna, il ministro della difesa Passdar Mohammad Najjar ha palesemente parlato delle intenzioni del regime sulla costruzione della bomba atomica.
Secondo quanto ha riferito la rete televisiva iraniana, Najjar ha insistito sulla necessità di dotarsi delle armi atomiche ribadendo il diritto del popolo iraniano di avere le armi nucleari e  con la sua presenza nelle assemblee internazionali difendere questo suo naturale diritto.

Subito dopo la diffusione della notizia, il Passdar Najjar, arrabbiatissimo della pubblicazione del contenuto di una seduta interna, frettolosamente ha smentito telefonicamente questa notizia.
Il presidente della Commissione degli affari esteri  del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana, CNRI, signor Mohaddessin riferendosi alle parole di Najjar ha sostenuto che i 18 anni di segretezza e di lavori clandestini nonché le rivelazioni della resistenza iraniana dimostrano che il regime dei Mullà è impegnato freneticamente nella costruzione della bomba atomica   e le parole del suo ministro dimostrano in miglior modo le maligni intenzioni dei mullà evidenziando a maggior ragione la necessità di inviare prima possibile in caso iraniano di fronte al Consiglio di Sicurezza dell’Onu.

Il Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniano chiede all’Agenzia Internazionale dell’Energia Atomica di mandare il caso iraniano, senza perdere  tempo, al Consiglio di sicurezza dell’Onu e di adottare urgenti misure tra cui l’approvazione di una larga sanzione petrolifera contro il regime dispotico iraniano.  La dittatura religiosa e terroristica dei Mullà non deve avere la possibilità di usufruire e usare gli introiti petrolieri e le ricchezze del paese contro il popolo iraniano oppure spenderli per i suoi progetti atomici, terroristici e fondamentalisti.

.Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

16 settembre 2005

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,369FollowersFollow