mercoledì, Febbraio 1, 2023
HomeComunicati StampaGeneraleIran: Centinaia di familiari dei detenuti e dei martiri hanno protestato al...

Iran: Centinaia di familiari dei detenuti e dei martiri hanno protestato al Parco Laleh di Tehran

Rivolta nazionale -Dichiarazione 199

Proteste simili si sono tenute fuori dalla "Corte Rivoluzionaria" e all'interno del Carcere di Evin

ImageCNRI, 8 novembre – Circa 300 familiari dei dimostranti che sono stati arrestati durante le recenti rivolte anti-governative in Iran , si sono radunati Sabato al Parco Laleh di Tehran per la loro protesta settimanale contro i mullah.
Per evitare che la gente prendesse parte alla manifestazione le SSF hanno arrestato e allontanando i passanti.

Gli agenti delle SSF hanno cercato di ostacolare il raduno insultando i partecipanti e forzandoli a lasciare il parco.
I partecipanti si sono divisi in gruppi e hanno continuato a marciare verso il cancello principale del parco.
Le SSF li hanno attaccati con spray urticanti e lacrimogeni.

Più di 150 familiari dei detenuti si sono radunati Sabato fuori dalla "Corte Rivoluzionaria" dei mullah per protestare contro l'arresto arbitrario dei propri parenti .
Hanno portato degli striscioni nei quali si chiedeva l'immediato e incondizionato rilascio dei propri cari.

Nel frattempo oltre un centinaio di familiari si sono radunati all'interno della sala visite del Carcere di Evin per protestare contro le condizioni dei propri cari. Molte famiglie non hanno ricevuto più alcuna notizia dei detenuti nonostante le continue richieste fatte all'autorità giudiziaria e al regime clericale.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza iraniana

8 Novembre 2009
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,910FollowersFollow