giovedì, Gennaio 26, 2023
HomeComunicati StampaGeneraleIran: Aumenta l'oltraggio internazionale contro i crimini commessi dalle forze irachene

Iran: Aumenta l’oltraggio internazionale contro i crimini commessi dalle forze irachene

polizia irachena ricorre alle menzogne nel timore di eventuali conseguenze dei crimini commessi nel campo di Ashraf

Comunicato n.67: E' stato attaccato il campo di opposizione di Ashraf

ImageCNRI – Aumenta l'oltraggio internazionale contro i crimini commessi dalle forze irachene nel loro attacco al campo di Ashraf e mentre i giuristi internazionali hanno dichiarato che i crimini commessi ad Ashraf costituiscono un crimine contro l'umanità che possono essere perseguibili nei Tribunali Penali internazionali.
Il capo e le forze di polizia di Diyala nell'ambito dell'ordine emesso dal Primo ministro iracheno Nouri Al Maleki, hanno effettuato crimini atroci ad Ashraf.

Dopo essere passata solo una settimana dall'attacco di Ashraf,  la TV Al-Forat, la televisione araba del regime iraniano, Al-Shemmary ha affermato che cinque ufficiali di polizia iracheni sono stati uccisi dai membri dell'organizzazione dei Mojahedin del popolo iraniano (PMOI/MEK) e dai suoi militari, dopo che sono entrati pacificamente  `ad Ashraf “per fornire servizi ai residenti e successivamente sono stati attacati brutalmente da quest'ultimi.  Ha aggiunto, “conseguentemente al brutale uso del pugnale, della lama, del gas di cloruro, del bastone, della pietra, della roccia e di tutte le altre specie di attrezzi e delle bombe soniche, i cinque ufficiali di polizia sono stati feriti. Non sappiamo se i Mojahedin hanno consegnato tutte le loro armi o no,  ma certamente nascondono alcune armi che verranno scoperte nei prossimi giorni.„ Ma prima ancora , l'agenzia di stampa dei Passdaran ( Guardiani della Rivoluzione ) ha detto che Al-Shemmary ( capo di polizia ) ha  citato, “i Monafeqin (termine derogatorio usato dal regime per i Mojahedin) sta usando gas tossico contro la polizia irachena.„ Al-Shemmary ed i suoi capi iraniani ed iracheni dovrebbero essere consapevoli del fatto che questo genere di stratagemmi porterebbe a loro solo disonore.
 
La menzogna di  Al-Shemmary,  sulle cosiddette “armi nascoste„ nel campo di Ashraf non ha nessuna credibilità, ma bisogna notare bene che il 18, 19 e 29 aprile le delegazioni investigative irachene del ministero degli affari interni – l'organo a cui appartiene Al-Shemmary,con la particolare mansione di usare polizia cinofila per  ispezionare Ashraf. Il comandante della delegazione del ministero in una dichiarazione afferma: “Non vi abbiamo trovato esplosivi o qualsiasi altro tipo di armi [ad Ashraf], ma solo 23 petardi di cui alcuni erano spenti.

Segreteriato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
 4 agosto 2009

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,872FollowersFollow