sabato, Dicembre 3, 2022
HomeComunicati StampaGeneraleIran: 11 esecuzioni a Mashad,Tayebad ed Isfahan in due giorni

Iran: 11 esecuzioni a Mashad,Tayebad ed Isfahan in due giorni

ImageCNRI, 12 Aprile – Secondo la stampa ufficiale in Iran, il regime dei mullah, nella sua nuova campagna di repressione e di esecuzioni, ha impiccato 11 prigionieri giovedi e domenica scorsa. Tre prigionieri sono stati effettuati alla prigione centrale di Isfahan, identificati con i nomi di Morteza, 40 anni, Ghader, 32 anni e Gholam Reza, 38 anni (Agenzia di stampa ufficiale Fars, 12 aprile).

Secondo l'Agenzia Mehr (legata al ministero della informazione e della sicurezza, Vevak) ed il quotidiano Qods, giovedì 8 aprile cinque prigionieri sono stati giustiziati insieme alla prigione centrale di Mashad, e tre altri prigionieri alla prigione di Tayebad. Il regime che li accusava di traffico di droga, non ha rivelato alcun nome. Nel corso degli anni scorsi, la dittatura religiosa ha giustiziato molti prigionieri politici sotto il pretesto di traffico di droga o di altri reati comuni.

Il regime clericale, sulla via della sua inversione, ha nuovamente intensificato le pene di morte crudeli per creare un clima di terrore. L'anno scorso il regime ha raggiunto 440 esecuzioni, che è la cifra più elevata al mondo rispetto alla popolazione del paese. La Resistenza iraniana chiama tutte le organizzazioni di difesa dei diritti dell'uomo, in particolare l'alto commissariato per i diritti dell'uomo ed i relatori dell'ONU sugli arresti arbitrari e la pena di morte, di condannare le esecuzioni in Iran. Chiede loro di adottare misure urgenti per fermare l’attuale le esecuzioni in Iran.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
Il 12 aprile 2010

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,410FollowersFollow