mercoledì, Febbraio 28, 2024
HomeComunicati StampaDiritti UmaniEsecuzione criminale e segreta di Ali Saber, prigioniero politico e sostenitore del...

Esecuzione criminale e segreta di Ali Saber, prigioniero politico e sostenitore del MEK ( Mojahedin del Popolo ) nella prigione di Lakan, Rasht

NCRI

Secondo le notizie ricevute dalle famiglie dei detenuti della prigione di Lakan, a Rasht, gli agenti criminali di Khamenei hanno giustiziato segretamente Ali Saber Motlaq, 62 anni, sostenitore di lunga data dell’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (PMOI/MEK) e uno dei prigionieri politici degli anni ’80, arrestato nuovamente nel 2020.

La magistratura del regime lo ha accusato di aver inflitto una punizione a un alto funzionario del regime a Rasht nel 1981, un’accusa che Ali non ha mai accettato. Ali Saber, 62 anni, ha iniziato uno sciopero della fame di un mese nel marzo 2021. Soffriva di gravi malattie ai reni e al fegato.
In precedenza, il Comitato per la sicurezza e l’antiterrorismo dell’NCRI ha rivelato il nome di Geda Ali Saber Motlaq, inserito in una lista “altamente confidenziale” di prigionieri politici registrati come prigionieri “speciali” dalla magistratura del regime, nell’aprile 2022. Il nome di Ali è stato inserito nella riga 2084 dell’elenco di 2.273 prigionieri politici e ideologici.

La Resistenza iraniana chiede all’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, al Consiglio delle Nazioni Unite per i diritti umani, alla Commissione internazionale per l’accertamento dei fatti, al Relatore speciale delle Nazioni Unite sulla situazione dei diritti umani in Iran, nonché ad Amnesty International e ad altre organizzazioni per i diritti umani di indagare sulle notizie dell’esecuzione e sulle modalità del martirio di Ali Saber e sul luogo della sua sepoltura. Chiede inoltre un’azione urgente per fermare la macchina omicida del regime dei mullah e per salvare le vite dei prigionieri, soprattutto quelli politici. Il silenzio e l’inazione di fronte al principale carnefice, torturatore, terrorista e guerrafondaio del mondo incoraggiano questo regime a continuare e intensificare i suoi crimini contro l’umanità.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

27 novembre 2023

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
42,222FollowersFollow