sabato, Dicembre 3, 2022
HomeSenza categoriaIntervista della BBC News a Dowlat Nowroozi rappresentante del Consiglio Nazionale della...

Intervista della BBC News a Dowlat Nowroozi rappresentante del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

BBC News 2 DICEMBRE 2011

Reporter: Ora parliamo di ciò che sta accadendo con l’Iran, perché la Gran Bretagna ha ordinato l’immediata chiusura dell’ambasciata iraniana a Londra, e ha ordinato che tutti i suoi diplomatici debbano lasciare il paese entro 48 ore.
La mossa segue l’assalto al complesso diplomatico britannico a Teheran ieri.
Resoconti di James Reynolds. Sostenitori della linea dura dell’Iran a volte chiamata la Gran Bretagna “il piccolo Satana”.
 
Nuove sanzioni britanniche sul programma nucleare iraniano han provocato i manifestanti di invadere il quartier generale della Gran Bretagna a Teheran.
 
I manifestanti hanno anche fatto irruzione in un complesso residenziale, e il governo iraniano non li ha fermati.

Così la Gran Bretagna ha deciso di tirare su il ponte levatoio.

William Hague (Ministro degli Esteri britannico):
 
L’istituzione iraniana a Londra è stata informata ora che dobbiamo chiudere immediatamente l’ambasciata iraniana a Londra, e tutto il personale diplomatico iraniano deve lasciare il Regno Unito entro le successive 48 ore.
 
Se c’è un paese che rende impossibile operare sul nostro territorio, non possono aspettarsi di avere un’ambasciata attiva qui.

Reporter: Quindi, nel West London, la bandiera della Repubblica Islamica sventolerà solo per altri 2 giorni.
  
I diplomatici iraniani in questo edificio ora hanno tempo fino a venerdì pomeriggio per lasciare questo paese.
 
Dopo di che, l’ambasciata sarà vuota. Gran Bretagna e Iran dovrà trovare un altro modo di comunicare.
 
Questa mattina a Teheran, il presidente del parlamento iraniano ha detto che le azioni di protesta riflettono l’opinione popolare.

La Tv di Stato iraniana esorta alla frettolosa chiusura dell’ambasciata.
 
Le ambasciate ancora vuote non disturberanno la linea dura.
 
Ma ciò può rendere più difficile risolvere crisi come questa dal 2007, quando il personale navale britannica era stato catturato dall’Iran nel Golfo.
 
Esso sono stati liberati solo dopo intense trattative diplomatiche.
 
Ma dopo la violenza di ieri, i telefoni a Teheran e a Londra rimarranno senza risposta.
 
I rapporti diplomatici sono al punto più basso da oltre 20 anni.
 
Reporter: Possiamo parlare ora con Dowlat Noroozi, che è il rappresentante del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana del Regno Unito, che si oppone al regime al potere a Teheran.
 
Si unisce a noi dal nostro studio nel centro di Londra. La ringrazio molto per averci raggiunto. Bene, la relazione diplomatica è a nuovo minimo. Cosa ne pensa di quello che sta succedendo qui?

Dowlat Nowroozi: In realtà, penso che dobbiamo fortemente accogliere e sostenere la decisione presa dal governo britannico di espellere i diplomatici iraniani dal Regno Unito.
 
Noi pensiamo che, come la signora Maryam Rajavi, presidente eletto della Resistenza Iraniana ha ribadito, l’unica soluzione per affrontare questo regime sia la fermezza.
 
Il recente attacco contro l’ambasciata britannica è un’indicazione molto chiara degli intenti del regime e in realtà la loro natura in termini di confronto con la comunità mondiale, soprattutto per quanto riguarda il programma segreto di armi nucleari, che è una grave preoccupazione non solo per tutti gli iraniani, ma anche per la comunità internazionale.

Quindi, quello che vede, il recente attacco, secondo le informazioni che abbiamo dalle nostre fonti in Iran, è stato deciso e ordinato da Khamenei, Guida Suprema del regime, ed è stata effettuato da parte della Guardia rivoluzionaria e dalle forze Basiji, ma sotto il pretesto di cosiddetti studenti.
 
Quindi, voglio ribadire ciò che vede non fa sicuramente parte delle azioni da parte del popolo iraniano. Vi è una distinzione molto chiara.
 
Quello che vede è un governo fuorilegge assai con una disperata volontà di sopravvivere, ma avvolto in una grave crisi, ma che ricorre alla repressione, al terrorismo, e ad azioni illegali violando il diritto internazionale al fine di sostenere il suo dominio in Iran.
 
Ci sono iraniani preoccupati. Sicuramente questo regime deve essere cambiato, e vorrebbero che la democrazia prevalesse in tutto l’Iran.

Reporter: Nel rispondere alla decisione della Gran Bretagna di chiudere l’ambasciata ed espellere i diplomatici, l’Iran sta chiamando ora a un avvertimento di ri-precauzione? Cosa pensa che potrebbe potenzialmente accadere?
 
Dowlat Nowroozi: Beh, in realtà è un governo che a causa della mancanza di sostegno all’interno ricorre intimidazioni e al ricatto dei Paesi occidentali al fine di cedere alle sue varie esigenze.

Essi sono all’altezza, a mio avviso, entrambe le cose sono avallate, ma allo stesso tempo, si dovrebbe considerare che il regime è disperato, e sicuramente in grado di fare un sacco di campagne di terrore al fine di ottenere ciò che vuole.
 
Ma qualsiasi soluzione reale e risposta dovrebbe essere fermezza. E qualsiasi marcia indietro da questa sorta di reazione darebbe loro un segno di debolezza, e ne trarrebbe sicuramente vantaggio e farebbe solo peggio.
 
Quindi, la cosa migliore è davvero di imporre sanzioni globale immediatamente, in particolare sul petrolio e sul gas come principali risorse per concedere un aiuto finanziario di cui questo regime ha bisogno per svolgere la repressione in Iran, così come per l’esportazione del fondamentalismo e del terrorismo all’estero, ed in particolare per l’acquisizione di un’arma nucleare.

Sosteniamo fortemente la recente decisione del governo britannico. Speriamo che l’Unione europea voglia seguirne l’esempio e unirsi con il Regno Unito in termini di imporre sanzioni.

Ciò deve andare di pari passo con il punto di vista della signora Rajavi secondo cui abbiamo davvero bisogno di andare avanti per un importante cambiamento in Iran per una democrazia guidata dal popolo iraniano e la sua mobilitata resistenza.

Reporter: Dowlat Norouzi, grazie per averci raggiunti.
 

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,407FollowersFollow