sabato, Dicembre 10, 2022
HomeNotizieIran NewsUrgente: Un altro attacco a Camp liberty

Urgente: Un altro attacco a Camp liberty

Appello al Segretario Generale dell’ONU, all’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati e al Segretario di Stato U.S.A. per un immediato ritorno dei residenti di Liberty ad Ashraf.

CNRI –  Alle 17:50, ora di Baghdad, Camp Liberty è stato attaccato ancora una volta.

Il campo ed i suoi fatiscenti containers sono stati scossi in pieno giorno da esplosioni causate da almeno 20 missili.

 Non si hanno ancora notizie di perdite umane. Un numero considerevole di missili ha colpito i canali idrici nella zona sud del campo.

Fin dal precedente attacco del 9 Febbraio, il governo iracheno e Martin Kobler non hanno risposto positivamente a nessuna delle richieste fondamentali per la  sicurezza e la protezione dei residenti, come il riposizionamento dei 17.500 muri a T, il trasferimento degli elmetti protettivi e dei giubbotti anti-proiettile da Ashraf, il trasferimento di primarie attrezzature sanitarie, l’aumento dell’area del campo che è di solo mezzo kilometro quadrato ed anche il diritto ad eseguire lavori di costruzione.

Con un atteggiamento criminale da parte del goveno iracheno e di Kobler, questi indifesi residenti sono stati lasciati intenzionalmente senza protezione.

I residenti richiedono l’immediato ritorno ad Ashraf che è più sicuro grazie alla sua area maggiore e alle sue strutture di sicurezza.

Maryam Rajavi si rivolge al Segretario Generale dell’ONU, all’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati e al Segretario di Stato U.S.A. perché prendano misure immediate per il trasferimento dei residenti di Liberty ad Ashraf.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
29 Aprile 2013

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,489FollowersFollow