venerdì, Dicembre 2, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaUna parlamentare britannica: “Ora l'ONU deve indagare sul massacro degli iraniani del...

Una parlamentare britannica: “Ora l’ONU deve indagare sul massacro degli iraniani del MEK a Campo Ashraf”

Una parlamentare britannica ha espresso la sua delusione per il fatto che un anno dopo il massacro a Campo Ashraf, l’ONU non abbia ancora condotto nessuna indagine in grado di assicurare alla giustizia i responsabili.

 

Alla conferenza tenutasi a Parigi il 1° Settembre, Julie Ward ha anche detto che la Resistenza Iraniana, con la leadership di Maryam Rajavi, è la migliore speranza di ristabilire una società equa e democratica in Iran.

Parlando nel primo anniversario del massacro di Ashraf ha detto: “Oggi tutti ammettono che sono state la fedeltà di Maliki ai mullah in Iran e le sue politiche repressive e settarie ad emarginare la popolazione sunnita e i curdi e che ora sta distruggendo l’Iraq aprendo la via all’ascesa dell’ISIS.

“Si spera che noi in Occidente abbiamo capito ormai quali gravi conseguenze potrebbero verificarsi se collaborassimo con i mullah in Iran per sconfiggere l’ISIS in Iraq. L’Iran è chiaramente parte del problema e qualunque collaborazione con il regime in Iraq dovrà perciò considerarsi impraticabile”.

Ed ha aggiunto: “Ci sono state 12 donne tra le vittime del massacro del 1° Settembre. Sei sono state assassinate e sei sono state prese in ostaggio.

“Il mese scorso sono stata a Ginevra per parlare ad una conferenza su questa questione nella sede centrale delle Nazioni Unite. Ho visto queste donne, leaders coraggiose e impegnate, offrire un esempio che è un’ispirazione su come possiamo ottenere la libertà e la democrazia per l’Iran, offrendo lungo il percorso, speranza al resto del Medio Oriente.

“Ci sono ora altre 800 donne altrettanto coraggiose a Camp Liberty. Al colmo dell’ascesa del fondamentalismo islamico, noi vediamo nel PMOI (l’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano – MEK) un movimento musulmano anti-fondamentalista con delle donne al timone.

“E’ un gruppo democratico e devoto che combatte per l’uguaglianza tra i sessi, la separazione tra religione e stato, i diritti umani e libere elezioni. Professano davvero un islam moderno, tollerante e democratico che porti pace e stabilità nella regione.

“Perciò credo che il popolo iraniano nella sua lotta per la libertà, abbia creato un gran modello per le speranze future dei popoli di quella regione”.

http://www.ncr-iran.org/en/news/ashraf-liberty/17169-british-mep-un-must-now-investigate-massacre-iranian-mek-in-camp-ashraf

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,404FollowersFollow