giovedì, Dicembre 8, 2022
HomeNotizieIran NewsUn alto comandante dei Passdaran: “Nelle proteste anti-regime in Iran, 830 persone...

Un alto comandante dei Passdaran: “Nelle proteste anti-regime in Iran, 830 persone hanno subito la rottura della spina dorsale”

CNRI – Un alto comandante delle Guardie Rivoluzionarie del regime iraniano, ha rivelato che durante le sommosse anti-governative del 2009 “oltre 830 persone hanno subito la rottura della spina dorsale”.

Il generale Hossein Hamedani, allora comandante dell’unità dell’IRGC incaricata di soffocare le dimostrazioni nella capitale Tehran, ha rivelato questo fatto il 7 Febbraio durante un’intervista all’agenzia di stampa Fars, portavoce dell’IRGC.

Questa parte della sua intervista è stata cancellata poche ore dopo che era stata pubblicata dall’agenzia di stampa.

Anche l’agenzia di stampa Tasnim, legata alla forza terroristica Qods che aveva pubblicato l’intervista, l’ha cancellata solo poche ore dopo.

Hamedani non ha chiarito a chi fosse stata fratturata la spina dorsale, ma durante le proteste moltissimi giovani furono uccisi dai colpi diretti sparati dall’IRGC e dalla forza paramilitare Basij. Il numero delle vittime viene stimato tra 100 e 300, con Neda Agha Soltan, la ragazza uccisa da un proiettile al cuore, che è divenuta il simbolo dei martiri di quelle proteste.

Vari rapporti indicano che centinaia di persone furono ferite nelle manifestazioni del 2009. In alcuni casi la polizia ha travolto dimostranti con i suoi veicoli. I video di queste atrocità hanno scioccato l’Iran.

Le dichiarazioni di questo comandante dell’IRGC sulla rottura della spina dorsale a 830 persone, ha suscitato una forte avversione nei confronti dei mullah da parte della società iraniana, cosa che ha costretto il portavoce dell’IRGC a negare prontamente, il giorno dopo, questa incauta rivelazione.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,485FollowersFollow