venerdì, Gennaio 27, 2023
HomeNotizieIran NewsUe/Lettera a Ashton per 7 rifugiati iraniani:rischiano pena morte

Ue/Lettera a Ashton per 7 rifugiati iraniani:rischiano pena morte

Tra gli eurodeputati firmatari Silvia Costa e Sergio Cofferati

IL MONDO / esteri / 12 Settembre 2013

Roma, 12 set. Alcuni eurodeputati hanno scritto una lettera all’Alto rappresentante dell’Ue per gli Affari Esteri, Catherine Ashton, nella quale si dicono preoccupati per la sorte di sette rifugiati sopravvissuti al massacro di Ashraf, ma trattenuti dalle milizie irachene al confine con l’Iran per essere estradati e condannati a morte. Tra i firmatari si contano gli eurodeputati Silvia Costa, Patrizia Toia, Sergio Cofferati, Stephen Hughes e Glenis Willmott. “Siamo estremamente preoccupati per la sorte dei sette ostaggi, tra cui sei donne, che sono stati rapiti dalle milizie irachene durante il raid nel campo di Ashraf in Iraq il primo settembre – si legge nel documento – Durante questo attacco feroce, 52 inermi rifugiati iraniani appartenenti alla Pmoi sono stati massacrati. Molti di loro sono stati ammanettati e poi colpiti con un colpo di grazia alla testa. Si tratta di un crimine contro l’umanità dettato da ordini delle autorità irachene, influenzati da Teheran”. Gli eurodeputati, hanno sottolineato che “i sette ostaggi, sei donne e un uomo, sono stati trasferiti con un elicottero al confine, nella città irachena di Al-Amareh, per essere poi estradati in Iran dove sarebbero torturati e condannati a morte”. Nella lettera, gli europarlamentari hanno invitato Ashton “a fare pressione sull’Iraq per la loro liberazione e il rientro ad Ashraf”, e hanno chiesto all’Onu “di intervenire con i caschi blu a Camp Liberty per prevenire nuovi attacchi contro i rifugiati iraniani”. “Le Nazioni Unite – si legge infine nel documento – devono avviare un’indagine separata per individuare e punire i responsabili di questo massacro”. AFP

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,889FollowersFollow