mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeNotizieIran NewsSenatori olandesi chiedono cambio di regime in Iran e urgente protezione per...

Senatori olandesi chiedono cambio di regime in Iran e urgente protezione per i residenti di Liberty

CNRI – Leader politici olandesi hanno espresso e la propria ‘repulsione’ per le violazioni dei diritti umani che avvengono in Iran e hanno espresso profonde preoccupazioni sul programma nucleare segreto del regime.

I membri del partito trasversale del Senato olandese hanno anche condannato l’attacco missilistico mortale su Campo Liberty e hanno chiesto che i residenti vengano fatti tornare immediatamente alla sicurezza di Ashraf.

La maggioranza dei membri del Senato, ha detto in una dichiarazione congiunta: “Esprimiamo la nostra repulsione per la sistematica violazione dei diritti umani in Iran, che continua nonostante le condanne internazionali.

Siamo anche fortemente turbati dal programma nucleare segreto di questo regime così come per i suoi coinvolgimenti terroristici nella regione e nel mondo intero.

Il popolo iraniano merita un cambiamento democratico in Iran quest’anno e ha invitato il governo olandese a sostenere il piano in dieci punti per il cambio di regime di Maryam Rajavi, Presidente eletto del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana”,  ha detto la nota.

E ha aggiunto: “Chiediamo anche al nostro governo e al Segretario Generale delle Nazioni Unite di deferire dossier sui diritti umani dell’Iran al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e chiediamo di perseguire gli autori dei reati in Iran.

Siamo inoltre profondamente preoccupati per la sicurezza dei rifugiati iraniani a Campo Liberty in Iraq, i membri della principale opposizione iraniana. Il 9 febbraio il campo è stato attaccato da 40 missili che hanno provocato la morte di sette persone tra cui una donna e lesioni ad oltre 100 persone.

La questione più urgente è la sicurezza dei residenti a Campo Liberty, che possono andare incontro a tragedie simili in qualsiasi momento. Pertanto, sollecitiamo l’UNHCR a farli ritornare immediatamente ad Ashraf, la loro casa da 26 anni, che è molto più sicura da questi attacchi essendo 80 volte più grande del carcere di mezzo chilometro quadrato di Campo Liberty. Poi possono essere trasferiti in Paesi terzi”.

 

 

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,400FollowersFollow