domenica, Novembre 27, 2022
HomeNotizieIran NewsRifugiati iraniani in Iraq: sì al nuovo trasferimento da Ashraf, ma servono...

Rifugiati iraniani in Iraq: sì al nuovo trasferimento da Ashraf, ma servono garanzie e giustizia

Comunicato

Roma, 19 agosto – Il Comitato italiano di parlamentari e cittadini Iran Libero esprime apprezzamento per la corragiosa proposta di Maryam Rajavi ai residenti di Camp Ashraf, di effettuare il 23 agosto il trasferimento di un sesto gruppo di 400 persone a Camp Liberty. Ancora una volta, sebbene le autorità irachene abbiano accolto solo parzialmente le loro richieste di carattere umanitario essenziali, i residenti e la loro leadership hanno mostrato buona volontà e spirito di collaborazione, anche con la missione delle Nazioni Unite e con i rappresentanti del governo degli Stati Uniti, responsabili della loro protezione. Anche in passata la presidente eletta del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana, Maryam Rajavi con i suoi interventi ha agevolate notevolmente il pacifico trasferimento dei rifugiati iraniani dal Campo Ashraf a Liberty.
Tale collaborazione era stata espressamente richiesta dal Segretario di Stato degli Stati Uniti Clinton. Il Comitato ricorda in proposito che è urgente che il Dipartimento di Stato, facendo seguito alla decisione in proposito della Corte di Appello Federale del Distretto di Columbia, rimuova l’organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano, la PMOI dalla lista delle ‘Organizzazioni Terroristiche Straniere’, nella quale paradossalmente furono inseriti su richiesta del regime terroristico dei mullah di Teheran. Si tratta di un importante atto di giustizia, che inoltre faciliterà il reinsediamento dei chiedenti asilo iraniani in Paesi terzi, contribuendo alla soluzione pacifica di una grave crisi umanitaria che si trascina ormai da anni.
Chiediamo inoltre che proseguano gli sforzi per garantire la vita e la dignità di tutti gli esuli iraniani e il rispetto di standard di vita accettabili per i residenti di Camp Liberty, in particolare consentendo loro di mantenere il possesso di beni mobili essenziali e di disporre di acqua ed energia elettrica sufficienti.

Per il Comitato italiano di parlamentari e cittadini Iran Libero
Il presidente: On. Carlo Ciccioli
La co- presidente: On. Elisabetta Zamparutti
Il coordinatore: Antonio Stango

 

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,375FollowersFollow