domenica, Novembre 27, 2022
HomeNotizieIran NewsMaryam Rajavi alle celebrazioni della vittoria della Resistenza Iraniana ad Auvers-sur-Oise: "L'investimento...

Maryam Rajavi alle celebrazioni della vittoria della Resistenza Iraniana ad Auvers-sur-Oise: “L’investimento più ampio del regime dei mullah contro la Resistenza Iraniana in Francia e in Europa è fallito”

CNRI – Sabato 14 maggio, i sostenitori della Resistenza Iraniana hanno celebrato la rimozione di tutte le accuse di terrorismo da parte della magistratura francese nella causa del 17 giugno, presso la sede della Resistenza Iraniana a Auvers-sur-Oise, a nord di Parigi, in presenza della signora Maryam Rajavi presidente eletta della Resistenza Iraniana. Un certo numero di personalità politiche, avvocati, membri e funzionari del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana ha partecipato alla manifestazione. Intervenendo alla cerimonia, la signora Rajavi ha dichiarato: “La rimozione di questo caso ha sventato l’investimento più ampio e la strategia politica del regime dei mullah in Francia e in tutta Europa con l’obiettivo di smantellare la Resistenza Iraniana.
Dieci anni di complicità da parte di coloro che volevano placare il fascismo religioso in Iran al fine di bloccare ogni cambiamento nel Paese sono giunti al termine. Quest’avoluzione, tuttavia, è una grande vittoria per la giustizia e la legge, per la Resistenza Iraniana e per il Campo Ashraf , ed è un forte segno di crescita del movimento di resistenza “.
Ha aggiunto: “In nessun caso, senza alcun costo, e sotto nessuna pressione, la resistenza del popolo iraniano, o rinunciarà al diritto di essere libera, al diritto del popolo iraniano alla democrazia, al diritto di resistere al dittatura e al fascismo, ed a perseguire i loro legittimi diritti”.
Esprimendo apprezzamento per tutte le personalità politiche e le centinaia di migliaia di cittadini francesi che si sono levati in questi dieci anni in difesa della Resistenza Iraniana, la signora Rajavi ha dichiarato: “Essi hanno, infatti, combattuto per i valori umani, della democrazia e dei diritti umani “.
Ha aggiunto: “Ora è il tempo della compensazione dei danni dell’attacco del 17 giugno e il caso che è stato architettato in collaborazione con il regime iraniano, e del sistema giudiziario francese per assicurare alla giustizia i responsabili principali dei danni irreparabili dell’attacco di quel giorno . I danni maggiori causati da questo caso sono stati prolungare la durata del regime dei mullah sopprimendo il suo principale oppositore. Se non fosse per queste accuse inventate, le liste e il blocco della Resistenza da parte degli Stati occidentali, oggi non ci sarebbe ogni segno di alcun tipo del regime dei mullah e sarebbe stato smantellato dal popolo iraniano “.
La signora Rajavi ha detto: “Ancora una volta, chiedo che il governo francese e il presidente Sarkozy guidi un’iniziativa internazionale presso le Nazioni Unite e il Consiglio di Sicurezza per proteggere la vita dei combattenti per la libertà dell’Iran a Campo Ashraf, nel contesto dei diritti umani internazionali, delle leggi umanitarie internazionali, e della Quarta Convenzione di Ginevra “.
 
Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
 14 maggio 2011

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,369FollowersFollow