sabato, Dicembre 10, 2022
HomeNotizieIran NewsMartin Kobler invia il suo agente speciale a Camp Liberty per creare...

Martin Kobler invia il suo agente speciale a Camp Liberty per creare altri falsi rapporti

CNRI – Alla vigilia della sessione sull’Iraq del Consiglio di Sicurezza dell’ONU in programma per il 16 Luglio, Martin Kobler ha inviato il suo agente speciale, Massoud Dorrani, a Camp Liberty sin dal 9 Luglio per fornigli le “munizioni” per la sua ultima presenza al Consiglio.

Prendendo delle misure provocatorie e confezionando vergognose bugie sui residenti, fuorviando la comunità internazionale alla sessione e preparando la scena per un altro massacro a Liberty, Martin Kobler sta rendendo i suoi ultimi servigi al regime iraniano e al governo iracheno.

Prima dell’attacco missilistico del 15 Giugno, Dorrani era solito aggirarsi per Liberty impegnandosi nella tortura psicologica dei residenti ma, stranamente, non era più andato a Liberty dalla mattina dell’attacco.

Nei giorni scorsi Dorrani è stato molto attivo, filmando diverse, attrezzature luoghi e persone seguendole molto intensamente.

E questo nonostante la sua preoccupazione non riguardi l’attacco missilistico. I residenti hanno ripetutamente detto di sospettare delle sue riprese fotografiche e filmate. Molti dei luoghi da lui fotografati in precedenza sono stati poi colpiti nell’attacco missilistico del 15 Giugno.

Dorrani ha strette relazioni con il trio formato da Sadeq Mohammad Kazem, dal maggiore Ahmad Khozeir e dal capitano Haydar Azab dell’intelligence iracheno. Tutti e tre sono direttamente responsabili dei massacri ad Ashraf e Sadeq e Hayadar sono stati citati in giudizio dalla Corte di Spagna per questo motivo.

Dorrani ha sempre appoggiato le misure repressive e le restrizioni imposte dal Comitato Iracheno incaricato della repressione dei residenti nell’ufficio del Primo Ministro. Il 9 Luglio una delle donne residenti, malata di cancro e che doveva essere trasferita in un ospedale di Baghdad, secondo uno specialista avrebbe dovuto essere ricoverata urgentemente, ma le forze irachene agli ordini di Ahmad Khozeir hanno riportato di forza la paziente a Liberty.

I rappresentanti dei residenti hanno chiamato Dorrani mentre la paziente era in ospedale, perché intervenisse per impedire che venisse riportata indietro, ma in modo odioso Dorrani ha risposto che loro stavano mentendo e che la paziente non aveva bisogno di essere ricoverata. Dopo il suo ritorno al campo, a causa dele sue gravi condizioni e delle proteste del medico iracheno, hanno riportato la paziente in ospedale nella notte.

Oggi, quando i rappresentanti dei residenti hanno protestato per il mancato trasferimento di alcune attrezzature da Ashraf a Camp Liberty, per sostituire pezzi danneggiati dall’attacco missilistico, Dorrani si è vergognosamente schierato con gli iracheni e ha detto che i residenti non avevano mostrato loro le attrezzature danneggiate. E ciò nonostante la scorsa settimana questi pezzi fossero stati mostrati sia alla polizia irachena che ai rappresentanti del comitato iracheno incaricato della repressione dei residenti, che questi avessero scattato delle foto e che l’attrezzatura in sostituzione fosse già pronta ad Ashraf da un bel po’.

Il 27 Maggio, diciotto illustri personaggi politici europei ed americani, compresi 10 parlamentari che avevano visitato Ashraf più di una volta prima dell’assedio iracheno al campo, hanno scritto a proposito degli agenti speciali di Kobler: “Quindi, gli osservatori che in origine avrebbero dovuto proteggere i diritti dei residenti dalle violazioni delle forze irachene, disgraziatamente sono stati impiegati come collaboratori di queste guardie carcerarie per torturare psicologicamente i residenti. Uno di questi è un afgano di nome Massoud Dorrani, arrivato con Kobler in Iraq dall’Afghanistan. Né il suo livello amministrativo, né il suo passato lo qualificano per occupare questa posizione.”

Il colonnello americano Wesley Martin,incaricato della sicurezza di Ashraf nel 2005, ha preparato un rapporto dettagliato intitolato “RAPPORTO INVESTIGATIVO  sulle accuse dei residenti di Camp Liberty nei confronti dell’osservatore dell’UNAMI Massoud Dorrani” datato 31 Maggio 2013. Nel suo “Sommario” scrive:

“Massoud Dorrani è un problema. Il suo comportamento nei confronti dei residenti aggiunge ulteriore tensione per i 3100 che hanno sopportato enormi torture fisiche e psicologiche  da quando il governo iracheno ha assunto la responsabilità della sicurezza dei membri del MEK.”

Il rapporto aggiunge: “Massoud Dorrani deve essere immeditamente rimosso da questo incarico e liberato dalle sue funzioni con le Nazioni Unite” e “il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon ed il sotto-Segretario per gli Affari Politici, Ambasciatore Jeffrey Feldman, dovranno immediatamente smettere di considerare Martin Kobler una fonte attendibile di informazioni e ordinare invece una indagine indipendente sul comportamento di Martin Kobler e di Massoud Dorrani. Il problema qui sarà trovare un team investigativo onesto all’interno delle Nazioni Unite”

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

11 Luglio 2013

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,487FollowersFollow