sabato, Dicembre 10, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaManifestanti iraniani fuori dalle Nazioni Unite scandiscono “No a Rouhani”

Manifestanti iraniani fuori dalle Nazioni Unite scandiscono “No a Rouhani”

La protesta da parte degli iraniani, sostenitori del principale gruppo d’opposizione iraniano, i Mujahedin-e Khalq (MEK / OMPI) per tutta la sede delle Nazioni Unite a New York giovedì per condannare la presenza di Hassan Rouhani alle Nazioni Unite è stata ampiamente coperta dai mezzi d’informazione.

 

L’Associated Press ha riferito che l’ex senatore Tom Daschle ha detto a quelli radunati sotto la pioggia al Dag Hammarskjold Plaza che decine di migliaia di persone sono state incarcerate sotto il presidente iraniano Hassan Rouhani, e l’ex ambasciatore americano John Bolton ha dichiarato che il regime iraniano deve essere rovesciato.

Il rapporto ha aggiunto, Bolton ha continuato, “Questa dovrebbe essere la politica dichiarata degli Stati Uniti”, lui è stato il principale diplomatico degli Stati Uniti alle Nazioni Unite dal 2005 al 2006 sotto la presidenza di George W. Bush.

“In questa manifestazione hanno partecipato anche l’ex diplomatico statunitense Bill Richardson e Kerry Kennedy la figlia di Robert F. Kennedy “.

L’ABC News ha riferito: “Era stato programmato un discorso via satellite della leader dell’opposizione iraniana Maryam Rajavi, ma il maltempo ha interrotto il collegamento. Invece, uno speaker ha letto le sue osservazioni preparate per la folla. La gente ha scandito diverse volte il nome del capo del Consiglio Nazionale della Resistenza durante la protesta .

” L’NPR ha riferito: Né il cielo piovoso né il modo coinvolgente di Rouhani hanno trattenuto i suoi critici, in particolare il gruppo d’opposizione noto come il MEK, dal raduno fuori dalle Nazioni Unite per protestare. Hamid Azimi, un sostenitore MEK con la Comunità Iraniano-Americana della California del Nord, si è recato a New York per sollecitare l’Occidente a guardare oltre il fascino di Rouhani fino alle sue crescenti politiche oppressive in corso. Ha paragonato Rouhani ai presidenti iraniani moderati in passato come l’ex presidente Mohammad Khatami.

“E ‘ di nuovo un déjà vu tutto nuovo, e questa volta Rouhani è anche peggio”, dice Azimi. “Il primo anno che egli è stato al potere abbiamo avuto oltre 1.000 persone giustiziate in Iran. Ogni sette ore una persona viene giustiziata. Le cose in Iran non sono cambiate in meglio.

” I gruppi per i diritti umani citano cifre più basse, ma hanno espresso allarme per quello che chiamano un’ “ondata di esecuzioni” durante il mandato di Rouhani.

Il Washington Post ha riferito: Mentre parlava Rouhani, centinaia di persone si sono riunite in una piazza al di fuori delle Nazioni Unite per protestare contro quello che hanno detto essere stato un continuo supporto da parte dell’Iran del terrorismo e il suo scarso rispetto dei diritti umani. Tra coloro che si sono riuniti sotto la pioggia al Dag Hammarskjold Plaza fra le misure di sicurezza c’erano l’ex senatore Tom Daschle ed ex diplomatici degli Stati Uniti John Bolton e Bill Richardson.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,489FollowersFollow