martedì, Dicembre 6, 2022
HomeNotizieIran News“Libertà religiosa 'sotto attacco' in Iran”, dice un rapporto U.S.A.

“Libertà religiosa ‘sotto attacco’ in Iran”, dice un rapporto U.S.A.

CNRI – La libertà religiosa sta “peggiorando” in Iran, secondo un nuovo rapporto del Governo degli Stati Uniti.

Le minoranze religiose subiscono arresti, torture e persino esecuzioni “basate principalmente o esclusivamente sulla religione degli accusati”, ha detto la Commissione U.S.A. sulla Libertà Religiosa Internazionale in un rapporto pubblicato lunedì.  

La popolazione dell’Iran è per il 99% musulmana ed è composta per la maggior parte da musulmani sciiti. Secondo il rapporto, il regime dei mullah discrimina le persone di altre fedi, come i musulmani sunniti e i cristiani, i quali subiscono “sempre maggiori violazioni della libertà religiosa”.

“A tutto Febbraio 2016, circa 90 cristiani si trovavano in carcere, detenuti o in attesa di processo a causa del loro credo e delle loro attività religiose”, precisa il rapporto.

“Da quando Hassan Rouhani è stato eletto presidente nel 2013, il numero degli individui appartenenti alle comunità delle minoranze religiose in carcere per il loro credo, è cresciuto”, aggiunge il rapporto.

Questo rapporto è seguito alle critiche di cui è stata oggetto l’amministrazione Obama per aver intrapreso i colloqui sul nucleare con il regime iraniano nonostante la situazione dei diritti umani nel paese, ha riferito The Hill lunedì.

Nel rapporto si esorta l’amministrazione Obama “a garantire che le violazioni della libertà di credo e religione e i relativi diritti umani, rientrino nelle discussioni multilaterali o bilaterali con il governo iraniano ogniqualvolta sia possibile e che continui al lavorare a stretto contatto con gli europei e gli altri alleati per esercitare pressione attraverso una combinazione di sostegno, diplomazia e sanzioni mirate”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,458FollowersFollow