sabato, Novembre 26, 2022
HomeNotizieIran NewsLe donne iraniane guidano le proteste contro il regime

Le donne iraniane guidano le proteste contro il regime

Le donne dell’Iran continuano a protestare attivamente contro vari settori della società iraniana che sopprimono le donne e il popolo iraniano nel suo insieme. Negli ultimi giorni, le donne sono state viste protagoniste di proteste ad Abadan, Teheran e Iranshahr.

Giovedì 21 giugno, gli studenti della Scuola di Scienze Sociali dell’Università di Teheran hanno continuato la loro protesta, contro le pene illegali e severe imposte ai loro compagni di studio per aver preso parte alla rivolta di dicembre, per il quinto giorno consecutivo. Chiedono il rilascio immediato e incondizionato dei loro compagni di classe, che le sentenze siano annullate e che i compagni di classe possano tornare a scuola. Gli studenti hanno minacciato di boicottare gli esami finali se le loro richieste non verranno soddisfatte. Ad Abadan, la seconda città più grande della provincia del Khuzestan, ricca in petrolio, i residenti hanno protestato fuori dal Dipartimento per l’acqua e le acque reflue mercoledì 20 giugno. Stavano chiedendo acqua potabile pulita e sicura, lamentando che ciò che viene loro fornito attualmente è salato e ha un odore sgradevole, e non dovrebbero doverla pagare. La siccità in corso ha causato gravi carenze idriche, in particolare nel sud dell’Iran, ma questo è stato esacerbato dalla corruzione e dalla cattiva gestione del regime. Ad esempio, il regime ha sprecato denaro per i suoi gruppi terroristici diramati in Medio Oriente, piuttosto che lavorare per risolvere i problemi ambientali, e ha dirottato l’acqua potabile sicura dalle città più bisognose, verso le città di etnie persiane. Le donne hanno guidato due proteste separate martedì 19 giugno. Nel primo, i residenti di Teheran che furono saccheggiati dal fraudolento Istituto del Caspio organizzarono una marcia di protesta intorno alla piazza Argentina, scandendo slogan contro i politici che mentivano sul rimborso dei soldi. Nel secondo, le donne si sono radunate fuori dall’ufficio del Governatore a Iranshahr, nel sud-est dell’Iran, per protestare contro lo stupro di gruppo di 41 giovani donne e ragazze e chiedere che i colpevoli vengano arrestati e puniti.

Donne e protesta in Iran

Certo, non è insolito che le donne iraniane prendano parte a queste proteste contro il regime iraniano. Le donne iraniane sono state la forza trainante della rivoluzione del 1979, che ha deposto lo Shah, e sono state in prima linea nei movimenti di giustizia sociale in Iran da decenni. Le donne iraniane son state prominenti nella lotta contro il dominio dei mullah sessisti quando è iniziata e continua ad esserlo fino ad oggi. Le donne iraniane, come tutte le persone dell’Iran, cercano un cambio del regime. Avranno anche un posto di rilievo nel raduno dell’Iran libero a Parigi il 30 giugno, organizzato dalla Resistenza Iraniana, in quanto la Resistenza sostiene e promuove le donne, a differenza dei mullah. Chiunque sostenga la democrazia, i diritti umani e l’uguaglianza di genere, dovrebbe sostenere il raduno libero degli Iraniani a Parigi, poiché il rovesciamento del regime è l’unica speranza di cambiamento in Iran.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,364FollowersFollow