sabato, Dicembre 3, 2022
HomeNotizieIran NewsLa Resistenza Iraniana porge le sue sentite condoglianze ai familiari dei marinai...

La Resistenza Iraniana porge le sue sentite condoglianze ai familiari dei marinai deceduti

Il ritardo, la negligenza e le omissioni del regime dei mullah nel salvataggio di questi marinai e la necessità di un’indagine imparziale

La Resistenza Iraniana porge le sue più sincere e sentite condoglianze ai familiari, agli amici e ai colleghi dei marinai della petroliera Sanchi (Sepid), morti nel Mar Cinese Orientale e condanna con forza il ritardo del regime dei mullah nel salvare le vite di questi marinai.

Viste le omissioni e i continui equivoci del regime su questo orribile incidente, è essenziale un’indagine indipendente ed imparziale da parte degli organi internazionali indipendenti sull’incidente alla petroliera Sanchi e sulla morte dei suoi marinai.

In particolare: il fatto che la petroliera abbia cambiato nome per cinque volte in 10 anni, che abbia cambiato bandiera e sia stata registrata a Panama, ha rivelato una certa ambiguità nei piani e negli obbiettivi del regime iraniano a questo riguardo.

Hassan Qashqawi, vice-ministro degli esteri del regime, il secondo giorno dell’incidente aveva promesso che una grossa nave antincendio sarebbe arrivata in un’ora per contenere il fuoco (agenzia di stampa Fars – 7 Gennaio). Sei giorni dopo, i funzionari del regime avevano annunciato che una spedizione di soccorso sarebbe arrivata dall’Iran “presto”. Otto giorni dopo avevano criticato la mancanza di collaborazione dei cinesi nel salvataggio della nave, senza dire nulla sulla loro stessa inazione. Il ministro degli esteri del regime, in una conversazione telefonica con il ministro degli esteri cinese, aveva sottolineato “la necessità che tutte le parti in causa rispettino i loro obblighi riguardo all’incidente della petroliera iraniana”. Alla fine, il 14 Gennaio, nove giorni dopo l’incidente, quando la nave era completamente affondata e non c’era più alcun dubbio sulla morte dei marinai, il regime dei mullah ha comunicato “l’invio di una squadra della marina iraniana e dei rangers dell’esercito della Repubblica Islamica dell’Iran per soccorrere i marinai della petroliera in fiamme”, (AFP – 13 Gennaio).

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

14 Gennaio 2018

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,410FollowersFollow