lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeNotizieIran NewsLa Resistenza Iraniana chiede il rilascio dei manifestanti ad Urumieh e Tabriz...

La Resistenza Iraniana chiede il rilascio dei manifestanti ad Urumieh e Tabriz arrestati nelle insurrezioni negli ultimi giorni

Rivolta a nord-ovest dell’Iran – Dichiarazione n ° 1

CNRI – A seguito delle coraggiose insurrezioni del popolo ad Urumieh e Tabriz nei giorni scorsi, le forze repressive del regime dei mullah hanno arrestato un gran numero di giovani, ex prigionieri politici e altri dissidenti. La Resistenza Iraniana chiede al Consiglio di Sicurezza, al Segretario Generale dell’ONU, all’Alto Commissario per i Diritti Umani, ai Relatori Speciali sugli arresti arbitrari, altre organizzazioni internazionali e le autorità ad adottare misure urgenti per il rilascio incondizionato di tutti i prigionieri politici, in particolare per i recenti arresti nelle province orientali ed occidentali dell’Azerbaigian.
Durante il giro di vite delle forze repressive ‘sulla protesta organizzata contro le politiche repressive e devastanti del fascismo religioso al potere in Iran, tra la disattenzione per il funzionamento a secco del lago di Urumieh, un certo numero di manifestanti sono stati feriti.
Al fine di prevenire la diffusione della protesta, iniziata gioved? 25 agosto, i gruppi della polizia anti-sommossa sono stati dislocati nelle vie principali e di fronte a grandi magazzini minacciando la gente di evitare qualsiasi raduno e costringendo i negozianti a chiudere i loro negozi. Tuttavia, giovani coraggiosi di Urumieh si sono riversati nelle strade lanciando pietre e appiccando il fuoco ai pneumatici di fronte all’assalto selvaggio delle forze repressive.
Persone che protestavano hanno dato alle fiamme almeno due moto appartenenti alle forze del regime. Gli scontri principali sono esplosi nella strada chiamata ‘Imam’ e poi si sono diffusi nelle strade di ‘Ataii’ e ‘Asgarabadi’. Diverse persone sono rimaste ferite a causa dei colpi diretti di gas lacrimogeni e percosse da parte degli agenti del regime. Gli agenti segreti dei mullah hanno attaccato gli ospedali, tra cui l’ospedale Motahhari, per arrestare i feriti.
 
Inoltre sabato, il 27 agosto, la gente si è riunito a Tabriz in piazza Shahnaz e fuori ‘Khaneh Mashrooteh’ hanno scandito slogan contro la dittatura dei mullah. Le forze repressive erano di stanza nei luoghi principali della città, come Golestan Garden, Shahnaz Square, Goonga Bashi, Bazaar, Aghazi Bazaar, Ferdowsi Avenue. e Abressan Square per prevenire la diffusione della dimostrazione. La maggior parte dei centri commerciali è stata evacuata e chiusa con forza. Gli agenti in borghese del regime hanno rotto vetrine dei negozi per creare un’atmosfera di terrore e paura. Colpi di gas lacrimogeni contro il popolo hanno portato al suo scontro con gli agenti della Forza di Sicurezza di Stato (SSF). Diversi manifestanti sono stati feriti e alcuni altri arrestati.
 
Oltre ad Urumieh e Tabriz, almeno sette persone, la maggior parte studenti, sono stati arrestati a Miando’ab. Inoltre, un certo numero di ex prigionieri politici e attivisti politici sono stati arrestati in Ardabil.
 
Il vacillante regime dei mullah, ha paura del destino del dittatore libico e la diffusione delle insurrezioni in Siria, ha trovato nell’intensificazione della repressione l’unico modo per evitare l’infiammarsi di sommosse popolari e proteste.
 
Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana
30 Agosto 2011

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,446FollowersFollow