venerdì, Gennaio 27, 2023
HomeNotizieResistenza Iranianala corte spagnola apre il processo per le uccisioni in 'Iraq

la corte spagnola apre il processo per le uccisioni in ‘Iraq

AP, 4 gennaio ,MADRID — Un giudice spagnolo ha concluso le indagini per  cui la polizia irachena è accusata dell’ uccisione  di 11 membri di un gruppo di esuli  iraniani che si trovavano nel  campo Iracheno di Ashraf nel 2009, emanando  martedì un  mandato di comparizione.
 
Il Giudice  Fernando Andreu, ha ravvisato dei crimini contro l’umanità, e accusato il  generale Al Shemmari   Abdol Hossein  e quindi lo ha convocato l’ 8 marzo davanti alla corte nazionale di  Madrid per  rispondere alla corte del reato imputato loro . Il mandato  dichiara che Shemmari ha diretto l’attacco contro il campo di Ashraf.

Nel documento, Andreu ha dichiarato che la Spagna stava emettendo  il mandato perché la corte  dichiarava infondato il  ricorso  dell’Iraq.
 
Infatti Il giudice aveva chiesto all’Iraq a dicembre se stesse indagando sul caso.
Nell’ambito della dottrina universale della giustizia della Spagna, i crimini gravi  che si presume  commessi in altri paesi possono essere perseguiti in Spagna a certe condizioni, come quando non si indaghi nel paese in cui il crimine presunto ha avuto luogo.

Uno articolo recentemente ha   stabilito che ci dovrebbe essere un collegamento con  la Spagna.
Tuttavia, i giudici spagnoli possono ancora agire se il crimine viola un trattato internazionale firmato dalla Spagna.

Andreu ha detto che in questo caso si può intervenire in quanto è stata violata  la convenzione di Ginevra che regola la protezione dei civili in  tempo di guerra.
 E lo è l’attacco delle truppe  della polizia irachena avvenuta il 28 luglio nel campo Ashraf,  base del gruppo dell’opposizione iraniana.  Dove del gruppo degli esuli iraniani  Undici  sono stati uccisi e 36  arrestati,e sottoposti a torture .
 
Il ricorso iracheno  è stato archiviato dalla corte spagnola  e dagli avvocati dei diritti dell’uomo in Spagna che rappresenta il gruppo, dell’organizzazione del Mojahedin del popolo  iraniano.
Questo  è il primo caso universale di giustizia della corte nazionale in quanto il Parlamento ha ristretto la portata della legge nell’ottobre 2009 in seguito alle critiche  degli alleati della Spagna che l’accusavano di agire come un poliziotto mondiale – e dopo i forti reclami di alcuni paesi che erano indagati , quali l’Israele e la Cina.
 
Il rispetto in Spagna della giustizia universale è diventato famoso nel 1998 quando il giudice Baltasar Garzon  ha fatto arrestare  a Londra l’ex dittatore cileno Augusto Pinochet e tentato di giudicarlo a Madrid per le  torture, il terrorismo ed altri reati   commessi durante la sua dittatura.
Nel 2003, Garzon ha usato la dottrina per incriminare Osama bin  Laden,  per gli attacchi terroristici negli Stati Uniti. dell’ 11 settembre, 2001.
 
I militari degli Stati Uniti avevano protetto il campo di Ashraf dalla caduta di Saddam Hussein nel 2003, in virtù di un accordo fatto con  i suoi 3.400 residenti “persone protette„ nell’ambito della convenzione di Ginevra. I militari degli Stati Uniti hanno smesso di rispettare l’accordo in seguito al passaggio di poteri con il governo di Bagdad che  è  entrato in vigore nel gennaio 2009.

Durante l’attacco, i soldati americani erano  presenti ma  non sono intervenuti. I funzionari degli Stati Uniti hanno in seguito dichiarato che non ne avevano l’autorità .
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,892FollowersFollow