lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeNotizieTerrorismoL'Occidente condanna il regime iraniano per aver fornito missili agli houthi

L’Occidente condanna il regime iraniano per aver fornito missili agli houthi

a cura dello staff del CNRI

CNRI – Gli Stati Uniti e tre dei suoi alleati europei, hanno condannato l’Iran martedì per aver violato l’embargo sulle armi imposto dalla Nazioni Unite allo Yemen, consentendo ai suoi missili e ai suoi droni di raggiungere i ribelli filo-iraniani houthi.

Gran Bretagna, Francia, Germania e Stati Uniti hanno tutti sollecitato il regime iraniano “a cessare immediatamente tutte le attività in contrasto o che violino” la risoluzione dell’ONU del 2015 sull’embargo delle armi.

Il comunicato congiunto delle quattro nazioni occidentali recita: “Noi condanniamo l’inadempienza dell’Iran, come descritta dalla commissione (di esperti dell’ONU), che pone gravi rischi alla pace e alla stabilità nella regione”.

Il comunicato è stato emesso il giorno dopo che la Russia ha posto il suo veto ad una risoluzione, presentata dal Regno Unito, dalla Francia e dagli Stati Uniti, che avrebbe rinnovato le sanzioni allo Yemen e condannato l’Iran per la sue azioni.

La Russia ha bloccato la risoluzione basandosi sul fatto che il rapporto di Gennaio di una commissione di esperti dell’ONU, non abbia presentato prove conclusive della violazione dell’embargo sulle armi da parte dell’Iran. Anche se gli esperti hanno determinato che i missili balistici lanciati contro l’Arabia Saudita dalle milizie houthi filo-iraniane nel 2017, erano stati fabbricati dall’Iran.

Questa è stata una sconfitta per gli Stati Uniti, che avevano passato tutto l’anno scorso cercando di convincere il Consiglio di Sicurezza dell’ONU a prendere misure più dure contro l’Iran per il suo ruolo nei conflitti regionali e per i suoi test missilistici.

Su 15 stati membri del Consiglio di Sicurezza, 11 hanno votato a favore della risoluzione, Cina e Kazakhistan si sono astenuti, e Russia e Bolivia hanno votato contro. Qualunque risoluzione ha bisogno del sostegno di almeno nove membri del Consiglio di Sicurezza e di tutti e cinque i membri permanenti, comprese Cina e Russia.

Tutti e quattro i paesi occidentali hanno firmato l’accordo sul nucleare iraniano del 2015 (insieme a Russia e Cina) che Donald Trump ha minacciato di stracciare se i suoi difetti non verranno corretti entro il 12 Maggio.

Il regime iraniano nello Yemen

Una coalizione araba, guidata dall’Arabia Saudita, sta combattendo gli houthi filo-iraniani nello Yemen dal 2015, dopo la cacciata del governo legittimo, riconosciuto anche a livello internazionale, avvenuta nel 2014.

Il portavoce della coalizione araba, il Colonnello Turki al-Maliki, ha spiegato mercoledì che le forze della coalizione stanno combattendo il terrorismo degli houthi filo-iraniani.

Maliki ha anche comunicato che la coalizione sta rispettando tutte le leggi internazionali umanitarie e sui diritti umani, consentendo anche ai convogli di aiuti di entrare nel paese, cosa che le quattro nazioni occidentali hanno sollecitato tutte le parti nello Yemen a fare nel loro comunicato congiunto.

Maliki ha detto che ci sono ora 18.000 navi-soccorso attraccate nello Yemen, con 22 postazioni per i soccorsi attualmente operativi e che 959.000 yemeniti hanno finora beneficiato degli aiuti nell’ambito del piano umanitario della Coalizione Araba.

Inoltre ha sottolineato che il governo yemenita non vuole impedire ai media di arrivare nello Yemen ed ha ordinato agli agenti della sicurezza di lasciarli entrare.

Inoltre Maliki ha anche parlato di notizie preoccupanti sui ribelli houthi filo-iraniani che pare stiano utilizzando bambini-soldato, una violazione delle leggi internazionali, dicendo che devono essere fermati.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,448FollowersFollow