mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeNotizieIran NewsIran: Un rapporto sconvolgente sulla povertà e l'affitto di bambini nella periferia...

Iran: Un rapporto sconvolgente sulla povertà e l’affitto di bambini nella periferia di Teheran

Di Mahmoud Hakamian

La povertà e l’affitto di bambini nelle periferie di Teheran sono oggetto di un’amara confessione fatta da un mezzo ufficiale del governo. Il regime che in origine si era definito “la speranza dei poveri” è lo stesso regime che non ha portato nient’altro che povertà, disoccupazione, inflazione e disuguaglianza alla sua popolazione.

In questo rapporto, che è stato pubblicato il 16 maggio 2018, un assistente sociale descrive le circostanze dolorose di una famiglia in cui la nonna si prendeva cura dei due bambini uno di 2 anni e mezzo e l’altra di 4 anni della figlia da poco deceduta; la figlia di 22 anni è stata data in sposa a 12 anni e si è suicidata dopo 10 anni miserabili con un marito tossicodipendente, che ha reso anch’essa tossicodipendente.

Il bimbo di due anni e mezzo, Meysam, chiese all’assistente sociale: “Mi porterai con te? Che mi dici di Mahnaz? Prenderai anche lei , vero? “.

L’assistente sociale spiega come Meysam pensi costantemente che verrà preso dai “visitatori”; per elemosinare denaro, pur lottando con la fame e la sete.

Meysam, che ha assistito al suicidio di sua madre solo due mesi prima, teme cose che non possiamo neppure immaginare.

Il padre di Meysam e Mahnaz, è un tossicodipendente che quasi mai li visita e nelle rare occasioni in cui lo fa, è solo per portarli fuori per mendicare.

 

Secondo un’altra parte della relazione:

Bumehen, che è un distretto nella contea di Pardis a 50 chilometri da Teheran, sembra un luogo completamente trascurato … un luogo dove ogni angolo è colmo di povertà e dipendenza; un luogo in cui i bambini sono: figli illeggitimi non riconosciuti dai genitori, tossicodipendenti, sposati o che soffrono di qualche altro tipo di problema. Un luogo in cui Ali, un bambino tossicodipendente, ha patito una profonda sofferenza. Qui, molti altri bambini come Ali, Meysam e Mahnaz sono a rischio di tossicodipendenza o ne stanno già soffrendo.

La maggior parte delle case , in questo posto sono costruite sulle alture; una di queste, una stanza di 12 metri quadrati, è la casa di una famiglia che vive di rifiuti nei rifiuti. Ogni giorno, la donna di casa raccoglie e vende mucchi di spazzatura davanti l’uscio di casa. L’uomo di famiglia, che non è in grado di uscire di casa a causa di un incidente automobilistico di alcuni anni fa, dice che paga 500.000 toman al mese, solo per il permesso di raccogliere la spazzatura; mentre la sua famiglia guadagna solo 20000 o 30000 Toman al giorno, al massimo.

Questi sono solo alcuni dei molti problemi esistenti che il regime corrotto e oppressivo ha creato agli iraniani. Problemi che possono essere dimenticati con il tempo, solo se le persone si alzano e rovesciano il regime.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,474FollowersFollow