venerdì, Dicembre 9, 2022
HomeNotizieIran NewsIRAN: Scontri tra i cittadini e le forze di sicurezza governative (SSF)...

IRAN: Scontri tra i cittadini e le forze di sicurezza governative (SSF) in varie città dell’Iran

ImageCNRI,14 marzo 2007 – Nonostante molteplici avvertimenti i leader del regime dei mullah e i comandanti delle SSF, varie città da un capo all’altro del paese assomigliano a zone di guerra. Dai fuochi crepitanti si sono uditi rumori di esplosioni, in tutte le zone. I giovani nei loro rioni si sono scontrati con le unità delle SSF gridando slogan contro il governo durante le celebrazioni dell’anniversario del Fuoco, che ricorre l’ultimo martedì del calendario iraniano.

Allo stesso tempo, il comandante delle SSF, il Brig. Gen, Esmail Ahmadi-Moghaddam, ha avvertito “durante l’ultimo mercoledì,( del calendario iraniano) agiremo con la massima rapidità contro gli intrusi, contro coloro che disturberanno la pace e la sicurezza e contro coloro che compiranno atti vandalici. Li terremo in custodia fino alla fine dell’anno ( secondo il calendario iraniano) …..la polizia si comporterà duramente con coloro che produrranno e distribuiranno materiale incandescente” lo ha riferito il quotidiano di stato Etemad-Meli, l’11 marzo.

Questo pomeriggio il regime ha annunciato la formazione di un Comitato di Crisi a Teheran. “martedì, il comitato per la crisi di Teheran riprenderà il suo lavoro. I membri del comitato sono : il vice comandante della polizia di Teheran allargata, rappresentanti dell’ufficio del pubblico ministero nonché rappresentati dei servizi municipali.

Secondo le stesse fonti, ufficiali dell’intelligence che lavorano per le SSF raccoglieranno informazioni per questo quartier generale in tutta la città. Le unità operative sotto il comando di questo comitato pattuglieranno le aree” ha riportato l’agenzia di stampa governativa Mehr.

Il brig gen Ali Khan-Chairli, vice comandate per le operazioni delle SSF della Teheran allargata ha detto “ è proibito che gli uomini e le donne ballino e festeggino insieme. Le donne non devono scoprirsi il capo. Ha definito queste misure la linea rossa delle celebrazioni della festa del fuoco….il Comando Regionale di Sarollah ,i Corpi d’Elite delle Guardie Rivoluzionarie, hanno formato il Comitato di Crisi che designerà le aree da ripulire nella città. Duecento unità operative divise in cinque Squadre d’Intelligence saranno operative nella città. Inoltre sono state formate anche 100 squadre di motociclisti per ripulire le aree problematiche. In varie città quali Tehran, Karmanshah, Mashhad, Boukan, Mahabad, Khorramabad, Isfahan, Golistan, Karaj, Andimashk, Marand, Garmsar e in molte altre città in tutto l’Iran gli scontri tra la gente e le FFS sono continuate durante la notte delle Celebrazioni della Festa del Fuoco.

A Teheran le SSF hanno ordinato ai centri di comunicazione, alle banche e ai negozi del centro di chiudere alle due. La presenza delle unità delle SSF era visibile in tutta la città. Le unità speciali delle FFS hanno attaccato piazza Taslihat e hanno arrestato molte persone definendole “agitatrici”. Una filiale della banca Rifah-Kargaran è stata data alle fiamme dalla gente.

Anche Ekbatan , il distretto Nasser, piazza San’at , Quds , e Haft Hoze nel distretto di Narmak , sono state dichiarate “aree problematiche”.

In queste ore gli scontri tra la popolazione e le SSF non si sono ancora placati.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana.
13 marzo 2007
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,493FollowersFollow