domenica, Dicembre 4, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaIran - Roma: Intervento del portavoce dell'amnesty alla manifestazione degli iraniani

Iran – Roma: Intervento del portavoce dell’amnesty alla manifestazione degli iraniani

ImageIntervento del signor Nouri, portavoce dell'Amnesty International alla manifestazione di ieri svolta davanti alla sede dell'Amnesty di Roma:
Amnesty International è impegnata in questi mesi nel chiedere la fine delle violazioni dei diritti umani in Iran. In questo periodo la repressione è forte e grave.
Ci sono ogni giorno iniziative e manifestazioni che vengono represse con la forza.

Ci sono impiccagioni nei confronti di persone che non hanno commesso alcun reato se non quello di esprimere il proprio dissenso,oppositori politici attivisti per i diritti umani, giornalisti,cittadini comuni,che hanno osato chiedere che fine aveva fatto il loro voto.
Amnesty International in questi giorni è impegnata a chiedere che le condanne a morte che rischiano di essere imminenti non vengano effettuate .
Come le due recenti impiccagioni definendole una cosa inaccettabile.
Quello della pena di morte insieme ad altri problemi come la tortura ,l’uso della forza durante le manifestazioni,l’uso dei Basiji come forze di polizia durante le manifestazioni, sono problemi molto, molto gravi su cui è bene che la comunità internazionale intervenga con maggiore decisione.
Per molto tempo il governo di Ahmadinejad è stato visto come una minaccia verso l’esterno, per la sua inaccettabile retorica contro lo stato di Israele, per la sua presunta minaccia nucleare.
Occorre rendersi conto che il governo di Ahmadinejad è una minaccia nei confronti del suo stesso popolo.
E questo è un problema estremamente grave.
Non si possono lasciare soli i ragazzi, le ragazze che con molto coraggio manifestano in Iran ogni giorno, e occorre da parte di Amnesty International e gli altri organismi per i diritti umani vigilare affinché le manifestazioni che sono previste per 11 febbraio siano manifestazioni che si svolgono in tranquillità senza l’intervento delle forze militari e che sia possibile per milioni di persone che vogliono esercitare un diritto fondamentale, che è il diritto di esprimere la propria opinione

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,418FollowersFollow