domenica, Novembre 27, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaIran: Rapporto UNSG al Consiglio di Sicurezza su "Campo Ashraf"

Iran: Rapporto UNSG al Consiglio di Sicurezza su “Campo Ashraf”

ImageNel suo rapporto annuale al Consiglio di Sicurezza delle NU e basato sul paragrafo 6 della Risoluzione delle NU del 1883, approvata la situazione di "Camp Ashraf" nel 2009, il Segretario Generale delle NU ha annunciato:"Gli ufficiali del Governo iracheno hanno chiesto la chiusura del Campo, ma hanno fornito ripetutamente una serie di assicurazioni all'UNAMI sul loro impegno a trattare i residenti ripettando il diritto internazionale umanitario e il principio di non-refoulement.

Il Segretario Generale delle NU ha anche annunciato nel suo rapporto:" In risposta a varie richieste dell'UNAMI, supportate dall'Ufficio dell'Alto Commissariato per i Diritti Umani delle NU, si è deciso di monitorare la situazione umanitaria del campo come parte del tentativo di trovare possibili soluzioni che riguardino diversi organismi a questo interessati".
Nell'Art.49 della risoluzione del Segretario Generale al Consiglio di Sicurezza, pubblicato come documento ufficiale delle NU, si legge:

"Art.49. Con riguardo alla situazione di Camp Ashraf, sono aumentate le tensioni il 28 e il 29 Giugno tra le forze di sicurezza irachene e i residenti del campo appartenenti al PMOI.
Quando le forze di sicurezza irachene sono entrate nel campo per creare una stazione di polizia interna ai loro confini, il PMOI si è fortemente ribellato e lo scontro ha portato a 11 residenti morti e circa 200 feriti.
Le forze di sicurezza irachene hanno arrestato e trattenuto in carcere 36 residenti, che hanno poi iniziato uno sciopero della fame insieme ad altri 136 residenti. Il 7 Ottobre, i detenuti sono stati rilasciati e sono tornati al Campo dopo aver preso accordi per comparire davanti a una corte irachena se saranno convocati e a lasciare l'Iraq per un paese terzo in caso venga loro ordinato.

In seguito, gli ufficiali del Governo iracheno hanno chiesto la chiusura del campo, ma hanno fornito una serie di assicurazioni all'UNAMI sul loro impegno nel rispettare i residenti in accordo con il diritto internazionale umanitario e il principio di non-refoulement.
In risposta alle richieste dell'UNAMI, supportate dal'Alto Commissariato per i Diritti Umani delle NU, si è deciso di monitorare la situazione umanitaria del campo come parte del tentativo di trovare possibili soluzioni che coinvolgano i diversi organi interessati."

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,375FollowersFollow