lunedì, Gennaio 30, 2023
HomeNotizieResistenza IranianaIran: Pmoi, festa a Bruxelles per cancellazione da lista nera Ue

Iran: Pmoi, festa a Bruxelles per cancellazione da lista nera Ue

ImageCNR – Il Network d’informazione delle Grandi Radio Regionali, Gli iraniani dei Muhajeddin del Popolo (Pmoi), la maggior organizzazione di resistenza del Paese, festeggia oggi a Bruxelles l’esclusione dalla lista nera delle organizzazioni terroristiche della Ue, sancita ieri dai ministri degli esteri dell’Unione, dopo sette anni e dopo che il Tribunale europeo di prima istanza aveva definito illegittima l’inclusione.

 In un tripudio di palloncini gialli, coriandoli gialli, bandiere gialle tanti uomini e donne hanno festeggiato con musica, pasti e bevande calde (forniti da chioschi ben organizzati) per un paio d’ore davanti alla sede del Consiglio europeo, felici per “la fine di sette anni neri per lo stato di diritto in Europa”. Una manifestazione costosa, davanti ad un grande palco dal quale Maryam Rajavi (la presidente del Consiglio nazionale delle resistenza iraniana (superprotetta dai servizi di sicurezza belgi), si è poi rivolta alla folla pacifica ma eccitatissima. Prima Rajavi ha incontrato i giornalisti insieme ad alcuni dei politici europei che si sono battuti per il riconoscimento dello status di “non terrorista” dell’organizzazione.

Tra questi era presente anche la deputata italiana del Pdl Souad Sbai, di origine marocchina, che ha fatto parte del folto gruppo di parlamentari che hanno sostenuto il Pmoi in questi sette anni nei quali è stato nella lista nera. “La giustizia alla fine ha vinto – ha detto Rajavi – l’ingiusta etichetta di terroristi ci è stata tolta, la battaglia durata sette anni e condotta da parlamentari, giuristi e dalla resistenza iraniana ha avuti i suoi frutti”. Rajavi, sorriso splendente sotto un foulard verde e sopra ad un tailleur giallo vivacissimo, ha spiegato che “un grande ostacolo per l’affermazione della democrazia in Iran è stato eliminato. La rimozione dalla lista manda un forte segnale al popolo iraniano e lo incoraggia a combattere per la sua libertà”. Oggi, ha detto “si è aperto un nuovo capitolo nei rapporti tra la resistenza iraniana e l’Europa. Dobbiamo essere riconosciuti come l’alternativa democratica al regime illegittimo che governa l’Iran”. Ora l’obiettivo del Pmoi è quello di essere rimosso dalla lista nera degli Stati Uniti. “Dopo la rimozione decisa in Gran Bretagna e nella Ue – ha detto Rajavi – il mantenimento nella lista Usa non ha giustificazioni ed è illegittima più che mai. Spero che la nuova ammministrazione segni un importante passo verso il cambiamento cancellando il Pmoi dalla sua lista”.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,914FollowersFollow