mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeNotizieIran NewsGrave incendio nel complesso petrolchimico di Mahshahr nell’Iran sudoccidentale

Grave incendio nel complesso petrolchimico di Mahshahr nell’Iran sudoccidentale

A seguito di un’esplosione e di un incendio nelle strutture della Kavoshgaran Petroleum Refining Company, uno dei siti del complesso petrolchimico di Mahshahr nell’Iran sudoccidentale, due membri dell’unità sono rimasti gravemente feriti.
Pur confermando l’incidente, l’agenzia di stampa ufficiale statale IRNA ha annunciato che l’incendio era estinto e sotto controllo. Ha riferito che due lavoratori di questa unità petrolchimica hanno riportato gravi ustioni e sono stati trasferiti all’ospedale Hajieh Narges di Mahshahr. Secondo l’IRNA, i vigili del fuoco alla fine sono riusciti a contenere l’incendio.
“La causa dell’incidente è oggetto di indagine da parte di esperti HSE [Salute, Sicurezza e Ambiente] dell’Organizzazione della Zona Economica Speciale” – ha detto un portavoce della Zona Economica Speciale Petrolchimica in un’intervista all’IRNA.
Lo scoppio di un incendio e l’esplosione in un’azienda e unità petrolchimica in Iran, in particolare nella zona economica di Mahshahr, non sono senza precedenti. Gli stabilimenti Tondgouyan Petrolchimico, Ilam Petrolchimico, Khark Island Petrochemical Complex e Kangan Petroleum Refinery avevano già sperimentato eventi simili. Nell’agosto 2021 aveva preso fuoco anche il magazzino di rifiuti chimici della Hamour Company, situato nella zona speciale petrolchimica di Mahshahr.
L’incendio più diffuso e dannoso in un impianto petrolifero si è verificato nel giugno dello scorso anno presso la raffineria di Teheran, uccidendo una persona e ferendone un’altra. Sebbene si sospetti che alcuni di questi casi siano intenzionali, tra le principali cause di questi incidenti sono il cattivo stato e l’usura delle attrezzature.
L’agenzia di stampa statale ISNA ha riferito che Mohsen Adibi, portavoce della Zona Economica Speciale Petrolchimica, ha detto che la causa dell’incidente era oggetto di indagine da parte di esperti dell’Organizzazione della Zona Economica Speciale.
Ciò è accaduto solo tre giorni dopo che l’agenzia di stampa IRNA aveva annunciato l’arresto degli “autori dell’incendio delle auto nel parcheggio della foresteria della Rah-e Avaran Fanun Petrolchemical Company a Mahshahr”.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,397FollowersFollow