lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeNotizieIran NewsEsplosioni nell’Iran Occidentale. Dichiarazioni confuse da parte del regime

Esplosioni nell’Iran Occidentale. Dichiarazioni confuse da parte del regime

La scorsa notte, una serie di potenti esplosioni hanno scosso le province occidentali del Kermanshah, Hamedan e del Kurdistan. Gli abitanti delle zone colpite hanno descritto le deflagrazioni sui “Social” come terrificanti.
Il regime iraniano inizialmente ha taciuto, ma dopo che la notizia si era già ampiamente diffusa sui social, i Media di stato hanno iniziato a diffondere dichiarazioni contraddittorie. “Saberin News”, emittente vicina alle Guardie Rivoluzionarie, ha cercato di abbassare i toni parlando di esercitazioni militari.
A smentire quanto riportato da “Saberin News”, il Governatore di Assadabad, nella regione di Hamedan, ha confermato le esplosioni ma senza confermarne le origine ritenute “non chiare”.
Anche il portavoce del Comitato Parlamentare di Sicurezza Nazionale del regime, Mahmoud Abbaszadeh Meshkini, dopo aver sentito le autorità competenti, non è stato in grado di attribuire alcuna origine alle esplosioni.
L’Agenzia di Stampa “Fars News”, di proprietà dell’IRGC, ha citato il Governatore della Contea di Assadabad affermando che le autorità stanno indagando sulla questione, ma non ci sarebbe alcun rapporto da rendere pubblico. “Attualmente, tutti gli enti sono al lavoro e siamo in contatto con tutti. Non c’è nulla da rilevare dalle infrastrutture del gas, dal sistema dell’emergenza né dai vigili del fuoco. Il quartier generale di gestione delle crisi sta seguendo il problema”, ha aggiunto.
L’agenzia “Tasnim”, affiliata alla “Forza Quds” dell’IRGC, ha scritto: “Una fonte delle Forze Armate ha negato le voci circolanti, ribadendo che le esplosioni non avevano nulla a che fare con le attività delle Forze Armate o con i sistemi di difesa in fase di test. La stessa ha anche negato alcune voci circolanti su Internet che legavano le esplosioni a operazioni di sabotaggio e attacchi da parte di Paesi stranieri, parlando di “lampi” provenienti dalla parte occidentale del Paese.
Secondo l’Agenzia di stampa semi-ufficiale, “ISNA”, il delegato alla Sicurezza del governatorato di Hamedan ha parlato di esplosioni legate ad alcune procedure di addestramento militare. Mehdi Babalhawaeji ha dichiarato: “Le nostre indagini hanno rilevato che non ci sono state esplosioni nella provincia di Hamedan. Queste devono essere avvenute nelle province vicine. Sentiti, a proposito, i governatori vicini, anche loro hanno affermato che non ci sono state esplosioni nelle proprie circoscrizioni”
Un portavoce della base aerea di Khatam al-Anbiya ha dichiarato: “La scorsa notte, nessun addestramento, esercitazione e procedura operativa si sono tenuti nella rete integrata di difesa aerea del Paese, e tutte le supposizioni al riguardo sono smentite”.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,448FollowersFollow