giovedì, Dicembre 1, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaIRAN: Maryam Rajavi incontra George Sabra dell'opposizione siriana

IRAN: Maryam Rajavi incontra George Sabra dell’opposizione siriana

Maryam Rajavi incontra George Sabra, vice-presidente del team di negoziatori della Coalizione Nazionale dei Rivoluzionari Siriani e delle Forze di Opposizione

CNRI – George Sabra, membro della Coalizione Nazionale dei Rivoluzionari Siriani e delle Forze di Opposizione, nonché leader del Partito Democratico del Popolo della Siria, ha incontrato la Presidente eletta della Resistenza Iraniana Maryam Rajavi nell’ufficio del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (CNRI) ad Auvers-sur-Oise, alla periferia di Parigi, il 12 Maggio 2016. 

Maryam Rajavi e George Sabra hanno prima deposto fiori e reso omaggio al monumento in memoria dei martiri della Rivoluzione Siriana e dell’eroica resistenza del popolo di Aleppo.

Sabra ha detto che il popolo della Siria e dell’Iran stanno combattendo una battaglia comune per abbattere i due regimi terroristi e sanguinari di Damasco e Tehran. Ed ha ribadito: “Gli obbiettivi della Resistenza Iraniana e della Rivoluzione Siriana sono gli stessi. Il nostro nemico è lo stesso. E anche la battaglia per la libertà e la dignità è la stessa”.

Sabra ha aggiunto: “I cinquant’anni di lotta dell’Organizzazione dei Mojahedin del Popolo Iraniano (PMOI/MEK) e della Resistenza Iraniana contro il regime dei mullah portano con sé molte lezioni ed esperienze utili per combattere e rimuovere due regimi tirannici e meritano enorme rispetto e ammirazione”.

“Sono cinque anni che Bashar Assad e il regime iraniano non esitano a commettere qualunque crimine contro il popolo della Siria”, ha detto Sabra. “Hanno torturato a morte i  prigionieri, massacrato gente innocente con armi chimiche e barili bomba, affamato la popolazione, l’hanno abbandonata al gelo, ma il popolo della Siria non si è mai arreso e mai lo farà. La Rivoluzione Siriana guarda al futuro e alla vittoria e non si guarda mai indietro”.

George Sabra ha poi aggiunto: “Il regime di Assad, le Guardie Rivoluzionarie iraniane (IRGC) e le milizie filo-iraniane, hanno circondato e bombardato Darayya, nei pressi di Damasco, per quattro anni. La popolazione di questa città è calata da 400.000 a 8.000 persone, ma non ha lasciato che la città cadesse nelle mani del nemico. Quando c’è stato un breve cessate il fuoco, la gente di questa città (come quella delle altre città sotto il controllo delle forze rivoluzionarie) è uscita per strada gridando ‘La gente vuole il rovesciamento del regime (di Assad)’. Ho contattato il consiglio cittadino di Darayya proprio ieri e mi hanno sottolineato che non dovremo mostrare nessuna debolezza durante i negoziati. E mi hanno anche detto: ‘Non pensi a noi o all’assedio. Pensi alla Rivoluzione e al destino del popolo’”.

Maryam Rajavi ha elogiato la posizione decisa di George Sabra nei confronti della dittatura di Bashar Assad e ha detto: “La Resistenza Iraniana sente il dolore e la sofferenza del popolo della Siria ed è sempre al vostro fianco. Noi consideriamo la vostra vittoria come la vittoria del nostro stesso popolo e della nostra Resistenza. Comprendiamo profondamente il significato della fermezza, della perseveranza e della resistenza del popolo e della Rivoluzione siriana. La resistenza di Aleppo è stata eroica ed è motivo di orgoglio per l’umanità. È un esempio di eterna e indimenticabile resistenza, perseveranza e fermezza di una nazione alla conquista della libertà”.

E Maryam Rajavi ha aggiunto: “La solidarietà tra il popolo siriano e la sua Rivoluzione e il popolo iraniano e la sua Resistenza, facilita e accelera il rovesciamento delle due dittature di Damasco e Tehran, salvando molte vite”.

Parlando delle pesanti sconfitte subite recentemente dall’IRGC e dalle milizie filo-iraniane ad Aleppo, Maryam Rajavi ha ribadito: “Il regime iraniano sta attraversando uno dei periodi più pericolosi della sua esistenza ed è destinato a subire una triste sconfitta per mano del popolo siriano e della sua Rivoluzione”.

All’incontro era presente anche il Dr. Saleh Rajavi, rappresentante del CNRI in Francia.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,408FollowersFollow