mercoledì, Febbraio 1, 2023
HomeNotizieResistenza IranianaIran: Maryam Rajavi chiede la condanna dell'aumento delle esecuzioni e un'azione efficace

Iran: Maryam Rajavi chiede la condanna dell’aumento delle esecuzioni e un’azione efficace

La Presidente eletta della Resistenza Iraniana, Maryam Rajavi ha descritto l’aumento senza precedenti delle esecuzioni arbitrarie e di massa, avvenute in varie città di tutto l’Iran, come la terribile paura della dittatura religiosa della crescita del disagio sociale e delle proteste popolari. 

“L’aumento di queste orribili esecuzioni giunge proprio mentre, due settimane fa, i mullah  organizzavano un attacco missilistico contro Camp Liberty e stavano quasi per massacrare i rifugiati membri della Resistenza Iraniana.

Nelle scorse settimane almeno 30 prigionieri, detenuti in diverse città iraniane, sono stati giustiziati in massa e, in alcuni casi impiccati in pubblico. 16 di questi prigionieri sono stati giustiziati solo domenica 17 Luglio”, ha detto Maryam Rajavi.

“Tutti i segnali indicano la debolezza dei mullah e la loro enorme fragilità come mai prima e il terrore della loro indispensabile caduta. Questa è la stessa paura isterica che il regime ha dimostrato in risposta al grande raduno annuale tenuto dalla Resistenza Iraniana. Negli ultimi giorni Teheran ha convocato i rappresentanti dei governi stranieri, facendo ridicole minacce e lanciando un coro di alti esponenti del regime su tutti gli organi di propaganda su questo tema”, ha aggiunto.

La crescita del trend delle esecuzioni, in particolare un anno dopo la firma dell’accordo sul nucleare, dimostra ancora una volta la nullità della teoria delle riforme all’interno del regime. Ciò dimostra anche che le politiche accondiscendenti incoraggiano questo regime medievale a portare avanti le sue politiche criminali.

“Intrattenere rapporti e compiacere questo regime, in un momento in cui le esecuzioni di massa, le sue attività guerrafondaie e la sua esportazione del terrorismo verso i paesi della regione sono in crescita, viene considerata al pari di una collaborazione concreta con i mullah”, ha precisato Maryam Rajavi, che ha poi chiesto al Consiglio di Sicurezza dell’ONU e agli stati membri dell’UE di condannare con forza queste esecuzioni criminali e di adottare misure efficaci contro Teheran. “Tutte le relazioni politiche ed economiche con i mullah devono essere condizionate all’abolizione di tutte le esecuzioni e ad un miglioramento della situazione dei diritti umani in Iran”, ha aggiunto.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

18 Luglio 2016

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,910FollowersFollow