mercoledì, Febbraio 1, 2023
HomeNotizieIran NewsIran: l'ex Presidente dell'Università di Tehran accusato di moharabeh

Iran: l’ex Presidente dell’Università di Tehran accusato di moharabeh

ImageCNRI – Il primo Preside post rivoluzione del 1979 dell'Università di Tehran, il Dott. Mohammad Maleki, è stato accusato dal regime di moharebeh (in guerra contro Dio), come ha riportato l'ILNA Sabato scorso.

Fino ad ora, ha trascorso 5 anni in carcere per la sua opposizione alla politica del regime clericale.

L'Ilna riporta le parole dell'avvocato del Dott. Maleki il quale dice che il suo assistito "è stato accusato di moharebeh sulla base di contatti con una organizzazione illegale e in base all'Articolo 186 del Codice Penale islamico."

L'accusa di moharebeh, secondo la legge islamica, porta alla pena di morte. L'Articolo 186 del Codice Penale considera coloro che hanno contatti con organizzazioni illegali, anche se solo sul piano politico e non violento, come "moharebs".

Il Dott. Maleki, 76 anni, è un personaggio ben conosciuto nel mondo accademico iraniano ed è stato arrestato dopo le proteste elettorali scoppiate in Giugno.

Sofferente di cancro alla prostata, diabete e complicazioni cardiache, è stato ricoverato varie volte durante la detenzione. Dopo aver trascorso 191 giorni in carcere in queste condizioni, è stato rilasciato su cauzione il 1° Marzo.

Il suo avvocato ha aggiunto che ci sono altre accuse contro il Dott. Maleki, come " insulti contro l'Ayatollah Khomeini( fondatore del regime) e l'Ayatollah Khamenei ( Capo Supremo del regime) ed ancora " incitamento alla propaganda contro il regime ".

Una udienza è stata fissata per il prossimo 13 Aprile 2010.
Il Dott.Maleki ha creato un sistema di consigli manageriali per la prima volta all'Università di Tehran . Per la sua opposizione alla cosiddetta "cultura rivoluzionaria" del regime, nel 1980, che è stato in effetti un colpo di stato per eliminare dall'università professori e studenti democratici, è stato arrestato nel Luglio 1981 senza una giusta accusa.
Ha trascorso 5 anni in carcere in condizioni deplorevoli e sotto tortura.
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,910FollowersFollow