giovedì, Gennaio 26, 2023
HomeNotizieIran NewsIran: Le proteste organizzate dalla popolazione per il numero sempre crescente degli...

Iran: Le proteste organizzate dalla popolazione per il numero sempre crescente degli incidenti stradali

CNRI – Lunedì 24 Ottobre 2016, centinaia di abitanti di Piranshahr, nella provincia dell’Azerbaijan occidentale, hanno inscenato una protesta per il numero crescente di vittime degli incidenti stradali, rispetto ai dati di altre città del paese. La gente ha espresso la sua rabbia per la negligenza dimostrata dal regime dei mullah. Questa protesta si è svolta al grido di “Io sono la prossima vittima” ed è stata accolta con ampio consenso dagli altri cittadini.

Una campagna dal titolo “Sì allo sviluppo delle strade di Piranshahr” ha inviato un messaggio per il movimento che dice: “Sapete che la città di Piranshahr ricopre un ruolo significativo nell’economia a causa della sua posizione strategica nella regione, in termini di commercio e relazioni commerciali tra Iran e Iraq? Negli ultimi anni, a causa della mancanza di infrastrutture adeguate, abbiamo assistito ad una crescita economica negativa nella città, anche nel settore del turismo. Le condizioni delle strade e dei collegamenti sono davvero terribili a Piranshahr. Ora la domanda principale è: perché il numero degli incidenti è aumentato drasticamente a Piranshahr rispetto alle altre città della regione? Ad una stima approssimativa sulle condizioni della città rispetto al commercio, all’agricoltura e all’industria mineraria, scopriamo che le strade di questa città sono sterrate e fatiscenti. Tante persone rimangono uccise su queste strade. Non c’è alcun dubbio che le tremende condizioni delle strade, il grande traffico e il tipo di mezzi di trasporto, provochino questi fatti tragici e le molte vittime”.

La campagna dal messaggio “Io sono la prossima vittima”, ha invitato tutti i cittadini e i familiari delle vittime a diffondere il loro messaggio e ad informare gli altri del dolore e della pena di cui sono impregnate le loro giuste richieste. Alla gente è stato chiesto di organizzare una manifestazione dall’interscambio della città, fino alla Industrial Town Street di Piranshahr.

Secondo le ultime notizie, la manifestazione si è svolta con la presenza di 300 dimostranti che sono stati attaccati e minacciati dalle forze di polizia repressiva. I dimostranti sono stati costretti a lasciare la manifestazione.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,872FollowersFollow