giovedì, Febbraio 9, 2023
HomeNotizieIran NewsIran: La responsabile dei diritti umani dell'ONU condanna l'impiccagione del giovane iraniano

Iran: La responsabile dei diritti umani dell’ONU condanna l’impiccagione del giovane iraniano

ImageAFP, 07 dicembre – La massima responsabile per i diritti umani delle Nazioni Unite venerdى ha espresso ‘grave preoccupazione’ per l’esecuzione di un giovane iraniano condannato per stupro la cui pena era stata sopsesa da un giudice.

Makwan Moloudzadeh, 20 anni, è stato impiccato il 5 dicembre in un carcere della provincia di Kermanshah per il presunto stupro di tre ragazzi, avvenuto sette anni fa, quando aveva 13 anni.

Un giornale locale iraniano ha citato il suo avvocato, che ha affermato che l’esecuzione è stata effettuata in spregio all’ ordine del capo della magistratura che aveva sospeso il giudizio, cosى come ha sostenuto che le sue presunte vittime avevano ritirato le loro accuse.

L’Alto Commissario ONU per i diritti umani Louise Arbour ha afermato in una dichiarazione che l’Iran è uno dei firmatari delle convenzioni internazionali che proibiscono l’esecuzione di persone che erano sotto l’età di 18 anni al momento della commissione del reato.

La Arbour ha sollecitato l’Iran a ‘rispettare i suoi obblighi giuridici internazionali e il forte consenso internazionale contro l’esecuzione dei minori’.

L’ultima esecuzione porta ad almeno 280 il numero di persone impiccati in Iran, quest ‘anno, in base ad un conto calcolato dall’AFP sula base dei rapporti della stampa locale. Molti sono stati impiccati in pubblico.

L’Iran ha condannato a morte almeno 177 persone nel 2006, secondo Amnesty International. La repubblica islamica è il secondo paese al mondo dopo la Cina a detenere il primato delle esecuzioni capitali.
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,951FollowersFollow