sabato, Novembre 26, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaIran: la lettera di un prigioniero politico condannato a morte

Iran: la lettera di un prigioniero politico condannato a morte

Ai miei carissimi compatrioti in Iran, e a tutti quelli che sentono la mia voce in tutto il mondo

ImageTehran, 6 Maggio – Il sottoscritto Valiollah Feyz Mahdavi, nato il 25 gennaio 1979.
Nel mese di Ottobre del 2001, quando avevo 22 anni sono stato arrestato dagli agenti di sicurezza, accusato per il tentativo di raggiungimento dell’organizzazione dei Mojahedin del popolo iraniano .

Dopo l’arresto sono stato 546 giorni nella cella di isolamento, presso il ministero della sicurezza, sottoposto a interrogatori e a pesanti torture fisiche e psichiche. Nell’arco della mia prigionia, le uniche cose che portavo sempre con me erano manette, catene alle caviglie e bende nere agli occhi, in una cella di quattro metri che non aveva neppure una luce sufficiente.
Questi furono i periodi più duri che io abbia trascorso nella mia vita. Alcune notti, gli agenti della sicurezza, mi svegliavano e mi portavano fuori dalla cella e mi dicevano:
“esprimi l’ultimo desiderio”, e successivamente mi impaurivano con uno sparo, che io pensavo mi colpisse, rimanendo così sotto choc, mentre mi prendevano per una mano e mi conducevano nuovamente dentro la cella.
Dopo il periodo di isolamento nel 2003, nella sezione 26 dell’ingiusto tribunale delle rivoluzioni di Tehran, mi hanno fatto partecipare solo a una brevissima udienza in presenza del giudice Hadad e mi hanno condannato a morte. Nella stessa udienza, ho respinto tutte le accuse che mi facevano, urlando ad altissima voce che non riconoscevo la legittimità di questo tribunale senza alcun avvocato, nè giuria.
Nello stesso giorno in seguito alla mia protesta al giudice del tribunale, mi trasferirono al carcere di Disel Abad  di Kermansha. Mi tennero qualche mese in pessime condizioni.

Nell’ultimo periodo del 2003 mi trasferirono al carcere di Evin e dopo qualche mese, per aver discusso con l’ex dirigente di tutti i carceri del paese, mi trasferirono nuovamente, questa volta al carcere di Gohar Dasht Karaj, detto  Rejai Shar. Mi ricordo che appena entrato in questo carcere, l’ex responsabile, il sig. Maleki mi disse: “ora nessuno ti potrà aiutare in questo carcere”. Da quel giorno sono stato da lui continuamente minacciato e con l’incitamento ai detenuti pericolosi da parte sua, sono stato da loro aggredito. Sto vivendo nella peggior condizione possibile con le minime possibilità per il sostentamento di un detenuto. Ma in questo carcere la maggior parte dei tenuti politici vivono in questa condizione, (e qui) è normalissimo.
Qualche giorno prima del Noruz 2006 [capodanno iraniano], tramite il pubblico ministero del carcere di Rejai Shar, il sig. Alì Mohammadì è stato rilasciato un foglio che portava la mia condanna a morte da eseguire il giorno 16 Maggio 2006. Però già numerose volte a voce, sia dal dirigente del carcere, il sig. Alì Haji Kasem e sia del dirigente della circoscrizione 6, Mohammad Jaroi, mi era stato riferito. Fu la settimana scorsa che il dirigente della circoscrizione 6 mi chiamò al suo ufficio e con tono minaccioso mi disse: “Perché mandi fuori la notizia della tua condanna? Queste cose non ti convengono, come non sono convenute a Hojjat Zamani”.
Sì! In breve, miei compatrioti e cari amici che state ascoltando la mia voce, nelle lotte che ho intrapreso, ho imparato che non ha importanza che un individuo arrivi al suo scopo finale, ma è più importante che dia continuità all’arrivare alla fine.

Credo che la giustizia, la libertà e la democrazia siano come il respiro per un essere umano, è un bisogno vitale ed è per questo che vorrei che non abbandoniate la lotta contro i dittatori del regime dei mullah, che governano in Iran.
Infine, ho un messaggio per i seguaci del regime: noi, mai ci sottometteremo e mai ci arrenderemo e mai diremo di sì a un regime teocratico e dittatoriale, anche se il prezzo da pagare è la nostra vita.

Valiollah Feyz Manhavi, carcere di Rejai Shar.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,364FollowersFollow