mercoledì, Febbraio 1, 2023
HomeNotizieResistenza IranianaIran - Iraq - Camp Liberty: Ostacolato il ricovero in ospedale ad...

Iran – Iraq – Camp Liberty: Ostacolato il ricovero in ospedale ad otto pazienti con necessità di interventi agli occhi e cure otorinolaringoiatriche

Domenica 23 Agosto, su ordine del Comitato Governativo incaricato della repressione di Ashraf, che opera attraverso Faleh Fayyad, consigliere per la sicurezza nazionale del Governo dell’Iraq, gli agenti iracheni hanno bloccato quattro pazienti che si stavano recando in ospedale e Baghdad

. Questa è la seconda volta che a questi pazienti, per i quali sono stati prenotati da molto tempo degli interventi agli occhi in un ospedale di Baghdad, viene impedito di andare in ospedale.

Intanto giovedì 20 Agosto, questo comitato si è anche opposto al trasferimento di altri quattro pazienti che dovevano essere sottoposti a cure otorinolaringoiatriche in un ospedale di Baghdad. Già in precedenza, il 16 Agosto, le forze irachene avevano impedito a queste stesse otto persone di andare in ospedale.

I rappresentanti dei residenti hanno ripetutamente sollevato la questione con l’UNAMI e con l’ambasciata americana, senza risultato.

Inoltre, sin dalla scorsa settimana, le forze irachene stanno impedendo la consegna al campo di vestiti e tessuti acquistati dai residenti, nonostante i rappresentanti avessero informato l’UNAMI di tutti i dettagli prima dell’acquisto e sul giorno in cui gli abiti sarebbero stati consegnati.

In più, per la quinta settimana, le truppe al comando di Faleh Fayyad, che ha supervisionato sette anni di assedio e sei massacri ad Ashraf e Liberty, stanno impedendo l’arrivo al Liberty di beni di prima necessità intensificando così l’assedio.

Il blocco sanitario e logistico a Camp Liberty è una grave violazione dei diritti umani e degli standards umanitari, una palese violazione del Memorandum d’Intesa siglato tra Nazioni Unite e Governo dell’Iraq il 25 Dicembre 2011, nonché un atto criminale.

Visti i ripetuti impegni presi per iscritto dal Governo degli Stati Uniti e dalle Nazioni Unite sulla sicurezza e il benessere dei residenti di Camp Liberty, la Resistenza Iraniana chiede un’azione immediata che ponga fine a questo assedio disumano ed in particolare dia ai residenti libero accesso, senza condizioni, ai servizi sanitari. 

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

24 Agosto 2015 

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,910FollowersFollow