giovedì, Gennaio 26, 2023
HomeNotizieResistenza IranianaIran: In un meeting al Congresso U.S.A. si sollecita una maggiore attenzione...

Iran: In un meeting al Congresso U.S.A. si sollecita una maggiore attenzione alle violazioni dei diritti umani in Iran

Alcuni membri del Congresso ed illustri personaggi politici degli Stati Uniti hanno chiesto una maggiore attenzione alle violazioni dei diritti umani in Iran e che i colloqui sul nucleare non ignorino la storia vergognosa del regime in fatto di diritti umani.

Nel briefing che si è tenuto a Capitol Hill ci si è anche soffermati sulla necessità di proteggere i dissidenti iraniani a Camp Liberty, sul fallimento dei recenti colloqui sul nucleare e sul ruolo distruttivo del regime iraniano nella regione.

L’Ambasciatore Robert Ford, ex-ambasciatore americano in Siria, ha espresso la sua preoccupazione per le voci di una collaborazione occidentale con il regime iraniano contro l’ISIS, dicendo che gli interessi americani nella regione non sono gli stessi di Tehran.

“Gli iraniani non sono interessati ad un riavvicinamento politico tra sunniti e sciiti in Iraq. Stanno anzi fomentando l’ostilità settaria”, ha detto.

Il repubblicano Ed Royce, Presidente delle Comitato Affari Esteri della Camera, ha detto che il regime iraniano è stato colto a barare sul suo programma nucleare in moltissime occasioni e che la maggioranza del popolo iraniano non vuole la teocrazia.

E ha detto: “Noi abbiamo una responsabilità particolare verso la gente a Camp Liberty e  deve essere assolta”.

“E’ ipocrita, pericolosamente sciocco e ingenuo da parte nostra trattare con un regime assassino come questo”, ha detto Ileana Ros-Lehtinen (R-FL) ad un incontro dal titolo: “Colloqui sul nucleare: non ci sono scuse per ignorare le violazioni dei diritti umani in Iran”.

La repubblicana Sheila Jackson Lee (D-TX) ha posto l’accento sul disumano blocco sanitario a Camp Liberty, dicendo che deve finire immediatamente. Il fatto che “i medici, i dottori e le medicine non vengano consentite, è una chiara violazione dei diritti umani”, ha detto.

La repubblicana Judy Chu (D-CA) facendo riferimento agli inganni di Hassan Rouhani e ai suoi spaventosi trascorsi ha detto: “Questi negoziati si trascinano di proroga in proroga, mentre le violazioni dei diritti umani vanno sempre più peggiorando”.

La repubblicana Loretta Sanchez (D-CA) ha detto: “Ho chiesto ancora una volta alla nostra amministrazione di concentrarsi, di focalizzare l’attenzione su ciò che sta avvenendo a Camp Liberty…. Il mio desiderio sarebbe che mandassimo una nuova squadra di persone laggiù a Camp Liberty per gestirlo e che trovassimo una soluzione definitiva per portarli via da questa pericolosa situazione”.

Bruce McColm, ex-Direttore esecutivo della “Freedom House”, ha parlato del peggioramento della situazione a Camp Liberty ed ha chiesto al Congresso di agire immediatamente per salvare i residenti.

Linda Chavez, una degli esperti dell’ONU, moderatrice dell’evento ha detto: “Dobbiamo riconoscere che Camp Liberty è effettivamente un campo per rifugiati e che deve essere posto sotto la supervisione dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati”.

“Ma soprattutto dobbiamo guardare avanti, a quando i mullah non governeranno più l’Iran. Dobbiamo guardare verso quelle persone che promuovono la libertà per il popolo iraniano come Maryam Rajavi”.

“La Resistenza Iraniana si è impegnata alla separazione tra stato e chiesa, non per l’imposizione di uno stato teocratico, ma per uno stato che consenta a tutte le denominazioni di potere praticare la loro fede e alla gente di avere la libertà della sua coscienza individuale. E credono nella totale uguaglianza tra i sessi”.

Il briefing, che si è tenuto in occasione della Giornata dei Diritti Umani, ha fatto seguito ad una mostra fotografica di tre giorni a Capitol Hill per evidenziare il rapido peggioramento della situazione dei diritti umani in Iran.

Almeno 1171 persone, tra cui 37 donne, 23 dissidenti e 17 minorenni, sono state impiccate in tutto il paese da quando Rouhani è divenuto presidente ad Agosto 2014.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,634FollowersFollow
40,872FollowersFollow