mercoledì, Febbraio 1, 2023
HomeNotizieIran NewsIran: Il regime dei mullah conferma la condanna a morte contro Rushdie

Iran: Il regime dei mullah conferma la condanna a morte contro Rushdie

CNRI, 17 febbraio  – In un’intervista alla televisione di stato il15 febbraio, Hamid Ansari il direttore assistente degli archivi di Khomeini ha dichiarato che "la condanna a morte del Imam Khomeini contro Salman Rushdie ha un significato storico per l’islam e non è semplicemente una condanna a morte." È un verdetto che è resto valido oggi "." Circa venti anni fa, Khomeini in una Fatwa  aveva decretato che Salman Rushdie, l’autore britannico dei versetti satanici, doveva essere ucciso.

Quattro giorni più tardi, l’ufficio di Khomeini in un comunicato respingeva le voci propagate da mass media occidentali come che avrebbe detto che "se (Rushdie) sarebbe pentita" la condanna a morte sarebbe annullata. "quando (Khomeini) ha preso conoscenza del contenuto del libro (dei versetti Sataniques) si è messo a tremare di rabbia ed ha giurato dinanzi a dio se fosse stato più giovane, egli lo avrebbe ucciso lui stesso", scriveva la rivista ufficiale Pasdar-e-Islam ( Guardia dell´Islam )nel marzo 1989.

Khomeini ha esplicitamente scritto nella sua Fatwa ( decreto religioso ) che "la morte di Rushdie è imminente e nulla non fermarlo, stesso la sua pentita." "anche se (Rushdie) si rammarica e diventa in santo con le sue preghiere, il decreto non cambierà mai", -il aveva aggiunto nella sua lettera che sottolinea la serietà del crimine di Rushdie. Per assicurarsi che qualcuno sul pianeta faccia il lavoro semplicemente per una ricompensa.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,910FollowersFollow