sabato, Dicembre 10, 2022
HomeNotizieIran NewsIran: il piano dei mullah per una grave frode elettorale

Iran: il piano dei mullah per una grave frode elettorale

Mentre tutte le prove indicano un vasto boicottaggio delle elezioni da parte del popolo iraniano, le Guardie Rivoluzionarie, i ministeri dell’Intelligence e degli Interni e i servizi speziali di Ali Khamenei, stanno pianificando  una grave frode elettorale.

L’agenzia di stampa Mehr, affiliata al Ministero dell’Intelligence, ha approntato la scena per questa manipolazione delle elezioni giovedi pomeriggio annunciando: “La partecipazione popolare raggiungerà oltre l’80%.”

Inoltre per riempire le urne di voti fasulli, usando i certificati di nascita di milioni di persone decedute ed introducendo urne già precedentemente riempite, il regime dei mullah intende annunciare i risultati maggiorati di quattro o cinque volte in fase di conteggio dei voti nelle cosiddette “stanze per il raggruppamento dei voti.”

E ciò nonostante gli alti funzionari del regime abbiano fatto affermazioni sempre più estreme sull’importanza di andare a votare, con dichiarazioni come: “Votare è obbligatorio quanto le preghiere del mattino”, “chiunque non parteciperà alle elezioni andrà certamente all’inferno” e “mettere il voto sbagliato nell’urna è un grave peccato”.

Mercoledi 12 Giugno, Khamenei ha implicitamente ammesso l’odio del popolo verso il regime dicendo: “Il mio consiglio principale è una entusiastica partecipazione al voto. Ci potranno essere alcuni che, per qualche ragione, non vogliono appoggiare il sistema, ma dovranno sostenere il loro paese. Tutti devono partecipare.”

Anche gli osservatori internazionali hanno sottolineato una stasi nelle elezioni, nonostante gli inganni del regime e la sua orchestrazione. Giovedi 13 Giugno, un reporter del quotidiano francese “Le Figaro” ha previsto “sorprese alle urne” e la “passività” dei giovani.

Lo stesso giorno “Le Monde” ha scritto che in queste elezioni, il voto viene “totalmente controllato da Ali Khamenei” che una “fiacca campagna elettorale finirà senza aver suscitato alcuna passione ed entusiasmo tra la gente”.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

13 Giugno 2013

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,489FollowersFollow