mercoledì, Febbraio 8, 2023
HomeNotizieIran NewsIran: Il personale in pensione del Ministero dell'Istruzione ha organizzato manifestazioni a...

Iran: Il personale in pensione del Ministero dell’Istruzione ha organizzato manifestazioni a Teheran e in altre città

I manifestanti hanno gridato: “La soglia di povertà è 3 milioni. I nostri salari 1 milione. Dignità e lavoro sono nostri diritti inalienabili”.

La mattina di martedì 27 Settembre 2016, migliaia di lavoratori in pensione del Ministero dell’Istruzione hanno inscenato manifestazioni di protesta a Teheran e in altre città come Kermanshah, Isfahan, Zanjan, Kerman, Shiraz, Tabriz, Aligoodarz, Mashhad, Rasht, Abhar, Ilam, Yazd, Gorgan, Hamedan, Behbahan, Birjand, Bojnourd, Sanandaj, Nahavand, alcune città della provincia settentrionale di Gilan ecc., per protestare contro i bassi salari e i pochissimi benefici, nonché per le loro miserabili condizioni di vita. 

Molti manifestanti di Teheran e delle altre città, hanno inscenato le loro proteste fuori dal parlamento del regime iraniano (Majlis). Per impedire alla gente di unirsi a loro, le forze di sicurezza hanno circondato i dimostranti e bloccato tutte le strade di accesso alla zona.

I dimostranti di Teheran e delle altre città hanno portato cartelli con scritto: “Dignità, lavoro, sono nostri diritti inalienabili”, “La soglia di povertà=3 milioni, i nostri salari=1 milione”, “Pensionati=Dimenticati”, “I funzionari dovrebbero vergognarsi dei salari del personale in pensione, visti i loro stipendi astronomici”, “Rispetto per i pensionati=occuparsi delle loro condizioni di vita”.

Mentre il personale del Ministero dell’Istruzione e quello in pensione vivono in condizioni difficilissime, la ricchezza e le entrate del paese vengono spese in progetti nucleari anti-patriottici, militari, della sicurezza, nell’esportazione del terrorismo e in misure repressive oppure vengono saccheggiate dagli esponenti del regime e depositate nei loro conti bancari all’estero.

Da quando questa dittatura religiosa disumana e anti-iraniana governa l’Iran, la povertà, la disoccupazione e l’inflazione si sono aggravate giorno dopo giorno. La Resistenza Iraniana esprime la sua solidarietà ai manifestanti e chiede alla nazione iraniana, e ai giovani in particolare, di sostenerli.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

27 Settembre 2016

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,942FollowersFollow