mercoledì, Febbraio 8, 2023
HomeNotizieArticlesIran: I legami economici e diplomatici con il regime dei mullah devono...

Iran: I legami economici e diplomatici con il regime dei mullah devono finire

ImageDi: Firouz Mahvi
Pubblicato sul quotidiano in lingua spagnola La Gaceta il 12 febbraio 2010

31 anni dopo la rivoluzione iraniana, che rovesciٍ  lo Scià, molte proteste e scontri hanno avuto luogo in diverse aree di Teheran e altre città questa settimana nel giorno di giovedi (11 febbraio). Manifestanti si sono confrontati con le forze anti-sommossa a Teheran. Intensi scontri sono continuati tra giovani e forze repressive, concludendosi con una quantità di manifestanti arrestati da agenti del regime. Queste proteste, che sono ancora in corso, hanno avuto luogo nonostante le enormi misure di sicurezza da parte del regime iraniano.

diventato lampante che questa dittatura religiosa è assolutamente incapace di riformare se stessa e non è disposta a fare anche una sola concessione al popolo. Ogni compromesso e concessione potrebbe accelerare la caduta del regime. Le richieste del popolo iraniano sono più profonde. La gente non sarebbe soddisfatta di qualunque cosa a parte un cambiamento di regime. Per ogni giorno di rivolta, le richieste dei cittadini sono diventate più serie e radicali.

L’11 febbraio 2010, Maryam Rajavi, Presidente eletta del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (CNRI), ha lodato il coraggio delle donne iraniane, degli uomini e dei giovani che si sono riversati per le strade e hanno fatto tremare le fondamenta del regime clericale con i loro cori di "morte a dittatore" e "morte a Khamenei." Ha detto Maryam Rajavi: "Oggi, siete riusciti a liberare l'occasione della ricorrenza della rivoluzione anti-monarchica dalle grinfie del regime dei mullah, e certamente libererete anche l'Iran dalla loro occupazione. La rivolta ha fatto suonare la campana a morto per il fascismo religioso vigente in Iran e dimostra che il regime ha i giorni contatti."

L'insurrezione nazionale del popolo iraniano manda un messaggio chiaro alla comunità internazionale, in particolare all'Unione europea e gli Stati Uniti, ovvero che il regime cadrà. Cosى, anche eventuali investimenti economici o politici su di esso fallirebbero. Legami economici e diplomatici con il regime dei mullah sono serviti solo alla sopravvivenza del regime e hanno agito contro il popolo iraniano. Quindi, devono finire.

* Firouz Mahvi, membro della Commissione Affari Esteri del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana.
 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,942FollowersFollow