sabato, Dicembre 3, 2022
HomeNotizieArticlesIran: I 36 Mojahedin del popolo residenti del Campo di Ashraf sono...

Iran: I 36 Mojahedin del popolo residenti del Campo di Ashraf sono stati liberati

Finalmente liberi

di Esmail Mohades

ImageNel violentissimo attacco dei militari con la divisa irachena al Campo di Ashraf, 28 e 29 luglio, sono state uccise 11 persone e ferite più di 500. Gli aggressori hanno prelevato 36 membri della Resistenza Iraniana, residente nel Campo. Residenti del Campo di Ashraf, membri dei Mojahedin del popolo iraniano si trovano in Iraq dalla metà degli anni 80 e nel 2004 hanno consegnato le loro armi alle forze statunitensi in Iraq, e le autorità americane in cambio si sono impegnate, firmando un accordo con ogni singolo membro del Campo di garantire la loro sicurezza. Infatti i residenti di Ashraf sono stati riconosciuti come "persone prottette" dalla IV Convenzione di Ginevra. Dopo le consegne della tutela del Campo di Ashraf alle forze irachene, avvenute nel febbraio 2009 le cose hanno comiciato ad andare diversamente. Le forze irachene hanno accerchiato il Campo e impedito l'accesso di generi di prima neccessità, medici e medicine ed altro. Fino all'attcco finale di luglio.

I 36 membri della Resistenza Iraniana erano stati violentemente picchiati, nel momento del loro arresto molti erano svenuti. Una volta trasportati di peso al carcere di Kalis, i 36 hanno cominciato uno sciopero della fame, durato 72 giorni, in protesta del loro ingiustificato arresto. Tant'è vero che la magistratura di kalis ha firmato, il 23 agosto per la loro liberazione. Ma i carcerieri di Kalis rifiutavano la loro liberazione con la giustificazione che da Bagdad avevano ricevuto altri ordini. Il tribunale di Kalis ha confermato ancora il 16 e 27 settembre il decreto della liberazione ma sull'ordine del governo iracheno i 36 rimanevano in catena.

Una ondata di protesta da tutto il mondo ha investito il governo iracheno che in barba alle regole più elementari della giurisdizione trattenava i 36, che nel frattempo da una settimana erano in sciopero della sete. Finalmento oggi, il 7 ottobre alle ore 12 i 36 esusti e estremati, hanno fatto ritorno vittoriosamente nella loro residenza nel Campo di Ashraf,. Ancora una volta il popolo iraniano s'è mostrato deciso a rivendicare il proprio diritto alla vita e ha voluto insistere per la propria digntà. I 36 erano pronti, evidentemente a dare la vita per la libertà.
Ora nel Campo di Ashraf ci sono circa 3400 membri della Resistenza Iraniana, tra cui 1000 donne, più volte soggette alle più volgari minacciate dalle forze irachene. Le forze statuintensi hanno stipulato un accordo per la sicurezza del Campo di Asshraf, e devono onorarlo. Sarebbe oppurtuno che una forza internazionale sotto l'egida dell'ONU stabilisse permanentemente nel Campo, ma nel frattempo gli Stati Uniti d'America devono, secondo gli impegni sottoscritti, tutelare i membri dell'opposione iraniana ad Ashraf.

Ben tornati leoni, stanchi e feriti e ancora più temperati.

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,633FollowersFollow
40,410FollowersFollow