mercoledì, Febbraio 8, 2023
HomeNotizieIran NewsIran - Europarlamento, Ministro Esteri Iran accolto da proteste

Iran – Europarlamento, Ministro Esteri Iran accolto da proteste

Eurodeputati del centro destra lo aspettano con foto di Neda

ImageBruxelles, 1 giu. (Apcom) – Il ministro degli Esteri iraniano, Manouchehr Mottaki, invitato a parlare alla commissione Affari esteri dell'Europarlmento questo pomeriggio a Bruxelles, è stato accolto al suo arrivo dalle proteste di una decina di eurodeputati del centro destra, soprattutto italiani e britannici, che hanno denunciato le violazioni dei diritti umani da parte del regime degli ayatollah.
Gli europarlamentari brandivano cartelli con la foto di Neda, la manifestante uccisa durante i disordini del giugno 2009 seguiti alla controversa rielezione del presidente Ahmadinejad.

 Il conservator britannico Struan Stevenson, in particolare, ha detto, rivolto al ministro iraniano: "Non vogliamo assassini in questo parlamento, la sua presenza è una vergogna", qualificando quello di Teheran come un "regime fascista".
Gli agenti della sicurezza del Parlamento e le guardie del corpo di Mottaki sono intervenuti per forzare il blocco degli eurodeputati e lasciar passare il ministro iraniano, atteso nella commissione Esteri. "Non possiamo che condannare fermamente il ricorso all'insopportabile violenza che le autorità iraniane hanno impiegato nei confronti di manifestanti inermi che cercano legittimamente di esercitare il diritto alla libertà di espressione e il loro diritto di riunione pacifica – aveva dichiarato in una nota Mario Mauro, capodelegazione del PdL, poco prima dell'arrivo di Mottaki.
Secondo Mauro, che è stato uno dei promotori della manifestazione anti iraniana che ha accolto il ministro degli Esteri di Teheran, l'incontro con Mottaki dovrebbe focalizzarsi "sui diritti violati del popolo iraniano" e non trasformarsi "in una vetrina anti-israeliana di un regime violento e fuori dalla democrazia". L'europarlamentare del Pdl sottolinea che "per sviluppare relazioni fruttuose con l'Ue, l'Iran deve garantire i diritti fondamentali e il rispetto dei principi della democrazia, della libertà di espressione e lo Stato di diritto. Questi sono presupposti per tutti i paesi che mantengono relazioni politiche ed economiche con l'Unione europea", ha concluso Mauro.

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,942FollowersFollow