sabato, Dicembre 10, 2022
HomeNotizieResistenza IranianaIran-Europa:Dichiarazione dell' Assemblea parlamentare della CE a favore della protezione di ...

Iran-Europa:Dichiarazione dell’ Assemblea parlamentare della CE a favore della protezione di Ashraf

ImageCNRI, 3 ottobre  – Una dichiarazione a favore della protezione dei residenti del campo  Ashraf in Iraq è stato firmato da 73 deputati all'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa, di cui quattro presidenti di gruppi politici. È stata resa pubblica il 2 ottobre.
Il campo Ashraf ripara in Iraq la principale opposizione democratica al regime dei mullah, l' organizzazione del Mojahedin del Popolo Iraniano.

Una campagna internazionale a favore della città di Ashraf

Ecco il testo della dichiarazione :

Protezione dei residenti del campo Ashraf

Dichiarazione scritta n. 415
 La presente dichiarazione scritta impegna soltanto i suoi firmatari

Amnesty International (dichiarazione del 28 agosto 2008), il Parlamento internazionale (Risoluzione del 4 settembre 2008) e la Federazione internazionale dei diritti dell'uomo (8 settembre 2008) hanno espresso le loro preoccupazioni sulle minacce che pesano sui 3.500 profughi politici iraniani del campo Ashraf in Iraq, mentre queste persone sono protette ai sensi della quarta convenzione di Ginevra. Gli organi internazionali competenti ed i rappresentanti del governo americano hanno confermato che il principio di non rimozione e le protezioni previste dal diritto internazionale umanitario ed il diritto internazionale si applicano per i residenti del campo Ashraf.

Noi siamo fortemente preoccupati di un eventuale trasferimento alle forze irachene della protezione del campo di Ashraf da parte delle forze multinazionali guidate dagli americani . Tale evento incoraggia il regime dei mulla a chiedere a maggior forza la repressione e l'estradazione dei membri dell'Organizzazione dei Mojahedin del popolo Iraniano residenti nel campo di Ashraf e aumenterebbe notevolmente la possibilità di sferrare nuovi attacchi terroristici contro il camnpo stesso. Queste persone rischiano di essere torturate ed esecuzioni se tornano in Iran.

Il trasferimento della protezione dei residenti di Ashraf nelle condizioni attuali è contrario al principio di non rimozione, alla quarta convenzione di Ginevra, alla convenzione sui profughi, alla convenzione contro la tortura, al diritto internazionale umanitario ed al diritto internazionale e comporterebbe una catastrofe umanitaria. È per questo che esortiamo le forze americane, finchè rimarranno in Iraq, a continuare a proteggere i residenti di Ashraf e mantenere la loro protezione giudiziaria nel quadro del diritto internazionale.

Doc. 11735
2 ottobre 2008

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,632FollowersFollow
40,489FollowersFollow