mercoledì, Febbraio 1, 2023
HomeNotizieIran NewsIran: Continuano le esecuzioni, le torture e le fustigazioni durante il mese...

Iran: Continuano le esecuzioni, le torture e le fustigazioni durante il mese sacro del Ramadan

Il disumano regime dei mullah sta continuando a praticare esecuzioni di massa, pene barbare, fustigazioni e arresti diffusi durante il mese sacro del Ramadan, considerato dai musulmani in Iran, e in tutti gli altri paesi islamici, come un periodo di amicizia, gentilezza e benevolenza.

Le autorità iraniane il 15 Giugno hanno mandato al patibolo cinque detenuti nelle prigioni centrali di Bandar Abbas (Iran meridionale) e Yasouj (Iran sud-occidentale).

Nei primi giorni del Ramadan (la seconda settimana di Giugno) un povero operaio è stato fustigato in pubblico in maniera orribile nella città di Ghir e Karzin, nella provincia di Fars (Iran centrale), con la scusa che aveva mangiato durante le ore di digiuno. Molte altre persone in varie città, come Hamedan, Isfahan ed Islam Shahr, sono state arrestate per la stessa ragione.

In un altro episodio Iman Rashidi Yeganeh ha perso la vita il 10 Giugno dopo aver passato quattro mesi di prigionia in condizioni vergognose nel carcere di Parsiloun a Khoram Abad (Iran occidentale) ed essere stato privato di qualunque cura medica. Era stato arrestato nuovamente per errore a Marzo a causa di un problema di omonimia. Ma il giudice criminale del cosiddetto “tribunale” dei mullah si è rifiutato di rilasciare questo prigioniero nonostante fosse stata provata la sua innocenza e fosse al corrente degli avvertimenti dei medici sul suo stato di salute.

L’impossibilità e l’incapacità dei mullah di porre un limite, anche temporaneamente, alla repressione, alle torture e alle esecuzioni, persino durante il mese sacro del Ramadan, dimostra chiaramente che i criminali che governano l’Iran non sono in grado di salvaguardare il loro potere neanche per un giorno senza usare le forche e la tortura contro il popolo.

La Resistenza Iraniana chiede alle organizzazioni internazionali per i diritti umani di condannare i crimini di questo regime e di concentrare i loro sforzi per bandire ed espellere completamente i mullah dalla comunità mondiale. Gli alti esponenti di questo regime sono una vergogna per l’umanità moderna e devono affrontare la giustizia per i loro crimini contro l’umanità.

Segretariato del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana

17 Giugno 2016

 

 

 

FOLLOW NCRI

70,088FansLike
1,635FollowersFollow
40,910FollowersFollow